F1 | GP Australia – Anteprima Renault, Ricciardo: “E’ una sensazione speciale correre a casa”

La Renault è pronta ad iniziare quella che deve rappresentare la stagione del riscatto, dopo un 2019 nettamente al di sotto delle aspettative. Renault GP Australia 2020.

Renault GP Australia 2020
Credit: twitter Renault F1 Team

Dopo il ritorno in Formula 1 avvenuto nel 2016, la casa della Losanga ha vissuto tre stagioni in ascesa: nono posto al primo anno, sesto nel secondo e quarto nel terzo. Al termine del 2018, la Renault era dunque diventato team di riferimento fra quelli di centrogruppo ed il 2019 avrebbe dovuto rappresentare la stagione di attacco ai tre top team. Ma così non è stato. Renault GP Australia 2020.

Ma la R.S.19 si è rivelata un’autentica delusione: ha ottenuto risultati discreti su piste con lunghi rettilinei come Montreal e Monza, ma si è mostrata una vettura con basso carico aerodinamico, tant’è che ha addirittura perso il ruolo di quarta forza, diventato della McLaren. Renault GP Australia 2020.

Nella stagione che sta per iniziare, il team di Enstone dovrà quantomeno cercare di riprendersi il ruolo di quarta forza. Ma la sensazione è che la lotta a centrogruppo sarà più agguerrita che mai, con una Racing Point in grande spolvero nei test invernali, ma anche la solita McLaren e la neonata AlphaTauri daranno battaglia.

E’ ovviamente molto complesso valutare dai test invernali un pacchetto che è racchiuso in un pugno di decimi. Ma quando domenica calerà la bandiera a scacchi, ne sapremo sicuramente di più.

Comunque, la nuova Renault è sembrata un grosso passo avanti rispetto a quella della stagione precedente. La nuova vettura ha sorpreso soprattutto per la parte anteriore molto stretta, in stile Mercedes. Il team di Enstone nel mercoledì di Melbourne ha tra l’altro presentato il suo nuovo title sponsor e la livrea ufficiale della nuova stagione, dopo che nei test invernali è stata vestita completamente di nero.

Il primo appuntamento della stagione sarà anche quello di casa per Daniel Ricciardo. Ma la gara di Melbourne non gli ha mai portato particolarmente fortuna. I suoi migliori risultati sono i due quarti posti ottenuti nel 2016 e nel 2018. Nel 2014 era anche riuscito a tagliare il traguardo in seconda posizione, prima di essere squalificato per un’irregolarità al flussometro della sua Red Bull riscontrata nelle verifiche al termine della gara

E’ andata anche peggio nel 2019, alla sua prima gara con la Renault, in cui si è dovuto ritirare subito dopo la partenza per aver danneggiato la sua vettura su un dosso posto al lato del rettilineo di partenza. Obiettivo per lui dunque invertire la tendenza nella gara di casa.

L’altro pilota vestito di giallo nel 2020 sarà Esteban Ocon, che ha preso il posto di Nico Hulkenberg. Il pilota francese torna così fra i 20 della griglia, dopo un anno trascorso a guardare gli altri dai box Mercedes. Per lui però non sarà la prima volta vestito di giallo. Nel 2016 è stato terzo pilota della scuderia nella prima metà di stagione, prima di disputare le ultime nove gare dell’anno con la Manor.

Daniel Ricciardo

“I test prestagionali sono stati, nel complesso, positivi per noi. Sia Esteban che io abbiamo accumulato un sacco di chilometraggio in macchina, il che è un impulso quando ci stiamo dirigendo verso la nuova stagione. Non conosci veramente il vero ritmo della macchina o dei rivali fino a sabato, ma sono contento del bilancio complessivo dei test, quindi vediamo come siamo messi in qualifica. L’intero team ha lavorato duramente durante l’inverno per preparare la macchina e sono davvero entusiasta di poter finalmente correre”.

Esteban Ocon

“Abbiamo terminato le prove in bellezza dopo una solida giornata conclusiva in macchina sia per Daniel che per me ed abbiamo fatto un discreto passo avanti con la macchina. Ci siamo sentiti bene. Abbiamo avuto un po’ di tempo per analizzare i dati e saltare nel simulatore per trovare dove possiamo migliorare. Ho fiducia per un grande risultato a Melbourne, ma faremo un passo alla volta e ci riabitueremo al weekend di gara. Il test è una cosa, guidando per molti giri, ma andare a correre è molto diverso ed è importante massimizzare ogni opportunità”.
“Melbourne è un posto fantastico e mi piace molto andarci. È sempre bello allontanarsi dal freddo in Europa e godersi un po ‘di sole! Mi piace il brusio in questo periodo dell’anno perché è l’inizio della stagione e c’è quell’entusiasmo per mettere tutto in movimento. È sempre una bella atmosfera durante il fine settimana in Australia e lo trovo abbastanza motivante. L’obiettivo è quello di dare spettacolo e portare a casa alcuni punti per la squadra!”.

F1 | GP Australia, anteprima – AlphaTauri: “Abbiamo iniziato con il piede giusto, Melbourne sempre emozionante”

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari