F1 | GP Australia – La gara della Toro Rosso: Kvyat a punti, la corsa di Albon rovinata dalla strategia

Il ritorno in Formula 1 e con la Toro Rosso coincide con un arrivo a punti per Daniil Kvyat. Alexander Albon si ritrova invece bloccato nel traffico a causa di un pit stop effettuato con eccessivo anticipo.

GP Australia Toro Rosso
Daniil Kvyat – Foto: scuderiatororosso.redbull.com

Un gran premio d’Australia che può ritenersi positivo per la scuderia di Faenza. Entrambe le vetture sono giunte al traguardo, con Daniil Kvyat che al ritorno in Formula 1 è riuscito ad artigliare un punto concludendo in decima posizione.

Il pilota russo è stato favorito da un’ottima strategia con cui ha allungato il primo stint e superato i piloti che hanno invece anticipato la sosta. Kvyat è stato autore anche di un lungo in curva 3 che per sua fortuna non ha condizionato in alcun modo la sua gara.

Una decima posizione conquistata con forza, grazie ad un bel sorpasso sulla sorella maggiore Red Bull di Pierre Gasly. Il francese, dopo la sua sosta, gli era uscito davanti. Ma nel rettilineo successivo il pilota della Toro Rosso, favorito dagli pneumatici non ancora in temperatura della Red Bull, gli ha preso la scia ed ha concluso un bel sorpasso all’esterno di curva 3.

Queste le parole di Kvyat al termine della gara: Quella di oggi è stata una gara eccellente! Sono contento per come ho guidato e mi sono davvero divertito! In gara ci sono stati diversi aspetti positivi, ma è un peccato per come sono andate le qualifiche ieri, perché avevamo l’opportunità di partite un po’ più avanti sulla griglia. Oggi abbiamo gestito bene le gomme per l’intera gara e avevamo certamente il passo per provare a lottare per posizioni migliori.”

“Ma, come sappiamo, è difficile superare all’Albert Park. Ho provato a raggiungere Stroll, ma ero un po’ al limite e alla fine non ce l’ho fatta. Ho battagliato con Pierre sul finale, avevo la sensazione di potermi difendere bene e alla fine è stato bello poter tenere dietro una vettura più veloce per quasi tutta la gara. Abbiamo un buon pacchetto macchina-motore, dobbiamo continuare a crescere. Sono molto ottimista per le prossime gare e penso sia possibile puntare a dei buoni risultati”.

Alexander Albon – Foto: twitter Alex Albon

Gara invece più complicata per il rookie Alexander Albon. L’anglo-tailandese, dopo il botto di venerdì, si era ripreso alla grande riuscendo in qualifica a stare davanti al più esperto compagno di squadra. Non solo, un’ottima partenza gli ha fatto guadagnare l’undicesima posizione, ad un passo dalla zona punti.

Poi un pit stop anticipato gli ha rovinato i piani. Albon è rimasto bloccato alle spalle dell’Alfa Romeo di Giovinazzi, che aveva diversi danni ed era in crisi di gomme, e si è visto così superato dai piloti che hanno posticipato la sosta, compreso il compagno di box.

Il pilota nato a Londra può comunque ritenere positivo il suo weekend di debutto in Formula 1. Queste le sue parole al termine della gara: “Sentimenti contrastanti per me, oggi! È stato il mio primo weekend di gara in Formula 1 e non sapevo davvero cosa aspettarmi. La gara è iniziata bene. Al via, quando ho lasciato la frizione, mi sono detto: fantastico, è andata! Ho recuperato subito due posizioni e in quel momento eravamo nella mischia, appena una posizione fuori dalla zona punti. Però era più che buono per me”.

“Poi siamo stati in lotta con Giovinazzi: penso che stesse faticando con le sue gomme, così come tutti quelli con la stessa strategia. Gli altri piloti che sono rimasti sulle mescole più dure ci hanno poi superato. Questo ha compromesso la nostra gara, ma sono comunque soddisfatto per come è andato il mio fine settimana. Penso che avremmo potuto lottare per qualche punto, ma nel complesso è stata una bella esperienza e lascio Melbourne dopo aver fatto un weekend pulito, relativamente parlando!”.

F1 | GP Australia 2019 – Classifica piloti e team [Round 1/21]