F1 | GP Australia – Mercedes, Toto Wolff: “Siamo ottimisti, ma sappiamo il vantaggio degli avversari”

La gara in Australia della Mercedes è stata migliore delle aspettative poste alla vigilia da Toto Wolff, con Russell terzo e Hamilton quarto

f1 2022 Gp Australia Toto Wolff Mercedes

Toto Wolff si è detto sorpreso della prestazione Mercedes in Australia. La gara di Melbourne ha, infatti, regalato un podio inaspettato alla Mercedes, con una buona gara di George Russell.

Sicuramente la prestazione della squadra tedesca è stata favorita dal ritiro di Max Verstappen. Però è vero che entrambi i piloti hanno corso una buona gara, confermandosi terza forza del mondiale.

Wolff ha fatto un’analisi molto lucida della gara:Stiamo lasciando Melbourne in uno stato migliore rispetto a quando siamo arrivati. Abbiamo appreso maggiormente, abbiamo più dati da analizzare e più punti in classifica”.


Leggi anche: F1 | GP Australia – Mercedes, Hamilton: “Mi sono dovuto accontentare del quarto posto”


Seppur nel mondiale siano seconda forza, la realtà vede Mercedes dietro a Ferrari e Red Bull.

“Chiaramente non abbiamo ancora il ritmo per sfidare Ferrari e Red Bull, ma sappiamo dove dobbiamo cercare le prestazioni. Un fattore che mi lascia molto ottimista per il futuro è la mentalità e la forza della squadra”.

Il manager austriaco non ha perso occasione di complimentarsi con gli uomini del proprio team. “Tutti nel Regno Unito, a Stoccarda e nella squadra di corsa itinerante stanno mettendo insieme ogni grammo di sforzo che abbiamo per affrontare le lacune delle prestazioni con determinazione“.

“Vedere Lewis e George correre ad un livello eccezionalmente alto oggi ,con una vettura che non è chiaramente al passo dei leader è un altro esempio dello spirito di questa squadra. Siamo ottimisti, ma realistici sulla tempistica per il miglioramento e il vantaggio dei nostri concorrenti, ma P3 e P4 ci aiutano a lasciare l’Australia con una buona sensazione”.

Entrambi i piloti hanno meritato il podio oggi. Lewis è stato sfortunato con i tempi della Safety Car, ma la partnership tra i due e il modo in cui lavorano l’uno con l’altro incarna lo spirito generale della squadra“, ha concluso Wolff.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Nicholas Cincinelli

Laureato in Scienze Politiche, attualmente studio Giornalismo e Comunicazione multimediale. Da sempre super appassionato di F1