Formula 1

F1 | GP Australia – Ocon 15° ma esulta come fosse in Pole: sentite il team radio!

Nelle qualifiche del GP d’Australia Esteban Ocon ha conquistato il primo Q2 della stagione, esprimendo successivamente tutta la sua gioia in un team radio per un risultato “equiparabile ad una vittoria”.

Un’esultanza emblematica del momento terribile che sta vivendo il team Alpine. Nelle qualifiche del GP d’Australia Esteban Ocon ha agguantato il Q2 per la prima volta nel campionato 2024 e si è poi concesso un’esultanza liberatoria via team radio.

© F1inGenerale

Il pilota francese ha segnato il quindicesimo tempo, sufficiente per avanzare al Q2, con quasi un decimo di vantaggio su Kevin Magnussen, primo degli esclusi. Entrambi sono poi stati promossi di una posizione in seguito alla cancellazione del tempo di Daniel Ricciardo per violazione dei track limits in curva 5.

Scaduto il tempo a disposizione nel primo taglio, il suo ingegnere si è aperto in radio per comunicargli il piazzamento ottenuto: “Siamo… dentro! P15 allo stato attuale”. Simbolica ed emozionante la reazione di Ocon: “Stai scherzando? Haha! No, davvero?! Haha! Sembra quasi di aver vinto, ben fatto”. 


Leggi anche: F1 | “Imbarazzante da vedere”, Eddie Jordan stronca l’inizio 2024 di Alpine


La gioia di Ocon è indubbiamente comprensibile. Alpine non è andata oltre il Q1 nelle gare di apertura della stagione in Bahrain e a Jeddah. Il #31 si era infatti qualificato diciannovesimo a Sakhir e diciassettesimo in Arabia Saudita. Seppur a 270 millesimi da Magnussen e ben otto decimi dalla qualificazione in Q3, il quindicesimo posto di oggi vale dunque due ulteriori posizioni guadagnate e il primo accesso in Q2 e, nella pratica, una boccata d’aria per il team.

Inoltre, il risultato di Ocon è interessante anche nell’ottica del confronto interno con il suo compagno di squadra Pierre Gasly. Il tempo del #10 è infatti stato di quattro decimi più lento del connazionale con cui condivide il box. Gasly ha quindi incassato la terza “sconfitta” nella battaglia interna, essendosi qualificato alle spalle di Ocon anche in Bahrain e Arabia Saudita.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.