F1 | GP Australia – Pagelle: Leclerc impressionante, delusione Red Bull in gara

Il terzo appuntamento stagionale ci ha regalato una Ferrari in grandissima forma e un Leclerc fenomenale: ecco le pagelle del GP di Australia!

Pagelle Leclerc GP Australia Vittoria Ferrari Red Bull Mercedes Perez Russell Hamilton Albert Park Melbourne
Credits: Scuderia Ferrari – Twitter

La terza gara stagionale è stata archiviata e ora è tempo di bilanci. Il GP di Australia ha decretato una Ferrari, almeno con Leclerc, molto solida in gara e il voto nelle pagelle non può che essere il massimo. Red Bull, invece, è incappata ancora una volta in problemi di affidabilità con Verstappen e il passo gara del team anglo-austriaco non era a livello di Ferrari. Mercedes è stata abile ad approfittare del ritiro di Verstappen ed agguantare il podio con Russell grazie anche alla Safety Car.

TOP 3

CHARLES LECLERC: voto 10 – Weekend praticamente perfetto per il monegasco. Nelle libere sembrava più in difficoltà di Sainz, ma in qualifica, all’ultimo tentativo, ha tirato fuori un giro spettacolare rifilando quasi tre decimi a Verstappen. In gara è stato superlativo, unica sbavatura alla ripartenza della seconda Safety Car, ma è riuscito a tenere dietro Max.

SERGIO PEREZ: voto 9 – Solido il weekend del messicano. Rispetto ai primi due appuntamenti è apparso a livello di Verstappen sia in qualifica che in gara. In gara ci ha regalato un gran sorpasso su Hamilton all’esterno prima di curva 11, ma Leclerc era imprendibile quest’oggi.

GEORGE RUSSELL: voto 8.5 – Arrivano conferme dal giovane pilota britannico. Sabato si è qualificato sesto a pochi centesimi da Hamilton, oggi è arrivato a podio grazie all’aiuto della Safety Car. Sicuramente il primo podio di tanti per George con la Mercedes.

PILOTI A PUNTI

LEWIS HAMILTON: voto 8.5 – Oggi soltanto la sfortuna con la seconda Safety Car ha tolto il podio a Lewis. Quinto in qualifica ieri e quarto in gara oggi, ottimo risultato nonostante i problemi Mercedes.

LANDO NORRIS: voto 8 – La qualifica di sabato è stata ottima, quarto davanti alle due Mercedes. In gara la McLaren ha avuto maggiori difficoltà, ma il giovane britannico ha comunque portato a casa punti importanti. La McLaren sta crescendo in termini di prestazioni.


Leggi anche: F1 | GP Australia – Binotto stuzzica Red Bull: “Se vuoi vincere devi arrivare al traguardo!”


DANIEL RICCIARDO: voto 7 – Il pilota di casa anche in questo weekend fa fatica nei confronti del compagno di squadra. Parte sesto e giunge al traguardo nella medesima posizione incollato a Norris.

ESTEBAN OCON: voto 7 – Alonso questo weekend era più in forma del francese, ma la vettura #31 sembra non soffrire dei problemi di affidabilità e porta a casa un buon bottino di punti. Se Alonso non avesse avuto problemi in qualifica, sarebbe stato tutto un altro weekend per Alpine.

VALTTERI BOTTAS: voto 7.5 – In qualifica, ieri, la sua Alfa Romeo non era forte come nelle prime due gare della stagione e il finlandese non è riuscito a raggiungere la Q3. In gara, però, l’ex pilota Mercedes fa una buona prestazione e porta a casa punti importanti.

PIERRE GASLY: voto 6.5 – Quasi mai inquadrato, il francese termina una gara che gli permette di portare a casa ancora una volta dei punti.

ALEXANDER ALBON: voto 8 – In qualifica la Williams non è performante, in più la squalifica per mancanza di carburante nella vettura lo costringono a partire ultimo. Il team gli monta la gomma dura e sceglie la pazza strategia di cambiarle all’ultimo giro permettendo al tailandese di raccogliere un punto. Primo punto per la Williams in questa stagione.

DELUSIONI DI GIORNATA

CARLOS SAINZ: voto 5 – Tra sfortuna, affidabilità ed errori gliene succedono di tutte in questo weekend. In qualifica, nel Q3, non conclude il giro per pochissimo per una bandiera rossa. Nell’ultimo tentativo del Q3 sbaglia in curva 12 e quindi si qualifica solo 9. In gara parte male e per la foga fa un errore e rimane insabbiato sempre alla 12. Weekend da cancellare per lo spagnolo.

SEBASTIAN VETTEL: voto 3 – Weekend completamente negativo per il quattro volte campione del mondo. Nelle FP1 ha problemi al motore che lo costringono a saltare anche le FP2. Al sabato va a muro con la sua Aston Martin nel corso delle FP3 e riesce a fare solo un giro di qualifica, ma il setup ovviamente non è ottimale. Il tedesco conclude la gara, a muro, dopo pochi giri.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Marco Cesaroni

Classe 2001, studente di Ingegneria Meccanica presso l'Università degli Studi di Perugia.