F1 | GP Australia, qualifiche – Leclerc: “Mangerò poco per sopportare il bouncing in gara”

Le qualifiche del GP d’Australia hanno regalato a Charles Leclerc la pole position numero 11 della carriera. Ma il leader del mondiale è già concentrato sulla gara.

Leclerc qualifiche Australia
Credit: Scuderia Ferrari

Nelle qualifiche del GP d’Australia, Charles Leclerc si è reso protagonista di un ultimo giro praticamente perfetto e si è preso la pole position. La Ferrari mancava la pole nella terra dei canguri da 15 anni. Era infatti l’ormai lontano 2007 quando Kimi Raikkonen, al debutto in Ferrari, stampò il miglior tempo nelle qualifiche.

Per il leader della classifica è la seconda partenza davanti a tutti della stagione. Le pole avrebbero potuto essere anche 3 se solo in Arabia Saudita non fosse stato troppo cauto nell’ultimo settore, venendo poi beffato da Sergio Perez. A Melbourne le cose sono però andate diversamente: “Sono veramente contento dell’ultimo giro. Prima di quello, ancora una volta, si trattava di mettere lì un tempo e poi dare il 200% in Q3 ed è quello che ho fatto. Stavolta non mi sono tenuto niente, come successo a Gedda, e alla fine il giro è venuto molto molto bene. Sono veramente contento perché non era facile”, ha dichiarato il monegasco ai microfoni di Sky Italia al termine delle qualifiche.

A Melbourne, la Ferrari sembra soffrire più del solito il fenomeno del porpoising, soprattutto nel nuovo rettilineo ricavato dall’eliminazione delle vecchie curve 9 e 10. Problema che però non ha inficiato le prestazioni della F1-75. Ma la federazione ha deciso di vietare l’uso del DRS in quella zona a partire dalla terza sessione di libere e questo ha accentuato maggiormente questo fenomeno. Compiere 53 giri così può risultare difficile, ma il monegasco ci scherza su: Abbiamo anche tanto bouncing e per la gara di domani dobbiamo guardare un po’ quello, anche se non possiamo fare niente ormai. Mangerò poco e vedremo domani in gara”.

Leclerc è all’undicesima pole della carriera, pole che inizialmente venivano spesso festeggiate via radio. Le cose sono però cambiate in questa stagione, con uno Charles molto più riflessivo e concentrato sulla gara: Mi sento cambiato ma linearmente, non c’è stato uno step enorme dall’anno sorso quest’anno. L’anno scorso era ovviamente molto più difficile mettersi in mostra quando facevo qualcosa di speciale; non si notava, e invece tutti vedevano quando facevi uno sbaglio”.

“Da questo punto di vista è più facile quest’anno, mi sento più a mio agio a combattere per queste posizioni. Sono sicuramente contentissimo di questa pole position. Poi però sono anche consapevole che purtroppo non c’è neanche un punto per questa pole position ed è domani che bisogna fare il lavoro.


Leggi anche: F1 | GP Australia, qualifiche Ferrari – Sainz: “Un disastro: prima la bandiera rossa, poi problemi al motore”


 

Qualifiche molto sfortunate invece per il suo compagno di squadra. Carlos Sainz si è visto prima annullare il primo tentativo del Q3 per la bandiera rossa causata da Fernando Alonso, poi la sua vettura ha accusato problemi al momento dell’accensione e non ha potuto effettuare un giro in più per scaldare adeguatamente le sue gomme. Lo spagnolo partirà soltanto dalla nona casella.

Lelcerc sa che questo può rivelarsi un problema. Il poleman si ritrova infatti con l’unica Rossa là davanti braccata dalla due Red Bull, anche se Perez è attualmente sotto investigazione per non aver rallentato in regime di bandiera gialla: “Peccato per Carlos, tutto il weekend ha avuto il passo, ma è stato sfortunato in Q3 e non è andata come volevamo. E’ sempre meglio avere entrambe le macchine insieme là davanti. Ma alla fine mi concentro su di me e proverò a mettere un po’ di margine sulle Red Bull all’inizio, ha concluso il leader del mondiale.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari