F1 | GP Australia – Rimossa una zona DRS per questioni di sicurezza: si torna alle tre precedenti

La FIA ha deciso di rimuovere una delle quattro zone DRS previste ad Albert Park per il GP di Australia. Dietro questa decisione ci sono questioni legate alla sicurezza dei piloti.

gp australia zone drs
Foto: unknown

Nei giorni scorsi era arrivata la notizia della presenza di ben quattro zone DRS ad Albert Park in occasione del GP di Australia. Oltre alle tre già presenti ne era stata aggiunta un’altra dopo curva 8, in seguito alle modifiche effettuate sul circuito di Melbourne.

A poche ore dalla qualifica è arrivata poi la comunicazione della rimozione di una delle quattro zone DRS per motivi legati alla sicurezza dei piloti. Come si legge nel comunicato ufficiale “per questioni di sicurezza, le zone DRS verranno ridotte a tre durante il weekend del GP di Australia. La Detection Zone 1 verrà spostata prima di curva 9, la prima zona di attivazione sarà dopo curva 10, la seconda Detection Zone rimane inalterata. Le successive zone di attivazione verranno numerate di conseguenza”.


Leggi anche: F1 | GP Australia – Velocità Massime Qualifiche: Pole Leclerc, ma chi è il più veloce in rettilineo?


Viene quindi rimossa la zona DRS che seguiva curva 8. Dopo le prove libere alcuni piloti, tra cui Fernando Alonso, si erano lamentati della decisione presa dagli organizzatori e dalla direzione gara in quanto ritenuta poco sicura.

Secondo Valtteri Bottas, invece, l’aggiunta di una quarta zona DRS avrebbe potuto rendere più interessante a livello tattico la gara. “In questo modo potrebbero esserci maggiori possibilità di sorpasso e lo spettacolo ne trarrebbe vantaggio”, aveva dichiarato l’ex Mercedes. Quello dell’ala mobile è stato uno dei temi principali dopo il Gran Premio di Jeddah in quanto se da un lato se ne chiedeva la modifica per evitare episodi come quello tra Verstappen e Leclerc dall’altro lo stesso pilota monegasco ritiene che il DRS renda le gare più interessanti.

Seguici anche su Instagram