F1 | GP Australia, Williams – Albon: “Ultimi giri da qualifica. Felice per il risultato”.

Alexander Albon si è reso protagonista di una strategia particolarmente estrema durante il GP d’Australia, riuscendo a regalare alla Williams il primo punto stagionale.

Alexander Albon in azione all’Albert Park – Foto: WilliamsRacing Twitter

Il fine settimana sul circuito di Melbourne non era certo iniziato nel migliore dei modi per la scuderia inglese. La squadra ha vissuto un sabato da incubo, con Nicholas Latifi spedito a muro da Stroll a causa di una incomprensione tra i due canadesi e Alexander Albon squalificato al termine del turno per mancanza del quantitativo minimo di carburante richiesto.

Proprio il pilota anglo-tailandese ha però riscattato le aspettative durante la gara, grazie ad un’eccellente rimonta che lo ha portato a tagliare il traguardo in decima posizione.

Scattato dall’ultima casella della griglia con la mescola C2, Albon ha percorso ben 57 giri, scontando la sosta obbligatoria solamente all’ultimo passaggio.

Sono davvero felice per il risultato di oggi, specie considerando le nostre previsioni per la gara. Abbiamo dovuto prendere dei rischi perché non avevamo nulla da perdere. Ci siamo presi del tempo per far entrare le gomme nella giusta finestra di utilizzo, e questo è un qualcosa che ti puoi permettere quando parti dal fondo”, ha dichiarato il pilota al termine della corsa.

Albon si è poi soffermato sull’analisi degli ultimi giri, mostrandosi particolarmente soddisfatto della performance messa in mostra dalla sua vettura.

Gli ultimi 25 giri di gara mi sono sembrati dei giri da qualifica. È stato un risultato inatteso ma che mette in evidenza tutto il lavoro svolto in fabbrica ed in pista. Sono contento di aver ottenuto questo risultato per tutto il team”.


Leggi anche: F1 | GP Australia – Pagelle: Leclerc impressionante, delusione Red Bull in gara


L’ex pilota della Red Bull ha poi spiegato come questa strategia non sia stata studiata a tavolino ma sia stata decisa giro dopo giro analizzando il comportamento della Williams.

Ad essere onesto devo dire che non è stata decisa a priori. Sono rimasto sorpreso del mancato ingresso ai box sia in occasione della Virtual Safety Car che delle due safety car. Ho pensato che al muretto sapessero qualcosa che io non sapevo. Quando non ho più avuto una delle due Haas davanti a me sono riuscito a fare la mia gara e sono scappato via dagli inseguitori”.

Avevo gomme più vecchie rispetto agli altri, ma riuscivo a girare più o meno sugli stessi tempi delle McLaren. La cosa interessante è che la mescola C2 è davvero adatta alla nostra vettura, anche se ancora non abbiamo capito perché”.

Curiosamente, proprio il collega della McLaren, Lando Norris, ha commentato la sosta all’ultimo giro a cui è stato costretto Albon: “Non ci credo! Dovevi semplicemente terminare la gara, chi se ne frega delle regole amico”.

Il punticino raccolto oggi rappresenta un grande risultato per la Williams dopo un avvio di campionato più complicato del previsto. Albon spera che questo risultato possa spingere tutta la squadra a lavorare sodo per risalire la classifica.

Un risultato del genere è davvero utile. Quando hai un avvio di stagione così difficile cerchi in ogni modo di trovare gli aspetti positivi. Certo, quando non ottieni buoni risultati vivi sempre una situazione complicata, ma questo momento mi motiva e questo punto rappresenta uno stimolo per tutta la squadra”.

Seguici anche su Twitter

Jacopo Moretti

Studente di Giurisprudenza, classe 1998. Appassionato di Formula 1 e del Motorsport.