F1 | GP Austria 2020 – Velocità massima qualifiche: ottima Mercedes, tracollo Ferrari

Si sono concluse nel pomeriggio di sabato le prime qualifiche della stagione 2020 del mondiale di F1 e la tensione è stata altissima fino al termine. Il bilanciamento delle vetture è risultato ancora una volta fondamentale per avere la meglio fra le poche curve, ma determinati; specialmente quelle in appoggio. Anche le power unit sono state messe alla prova e hanno detto la loro nei lunghi rettilinei. Ecco nel dettaglio la mappa delle velocità di questa giornata di qualifiche del GP di Austria. Austria 2020 Velocità qualifiche

Analisi delle velocità di punta registrate durante le qualifiche del GP dell’Austria; Credits: Matteo Quattrocchi x F1inGenerale

Mercedes si riconferma la squadra da battere:Austria 2020 Velocità qualifiche

Dopo tantissimi mesi a separare i team dall’attesissima ripresa delle attività in pista, spicca ancora una volta il segno della Stella Argentata nella prima fila tutta Mercedes. Bottas, quasi inaspettatamente, ottiene una strabiliante P1. Il tutto precedendo il compagno di squadra Lewis Hamilton di soli 12 millesimi di secondo. Analizzando le velocità ottenute alla SPEED TRAP si nota come i due driver ancora una volta abbiamo una vettura che non ha nulla da invidiare agli altri team sia sui tratti di curva che, a grande sorpresa, su quelli ad alta velocità. Valterri ha toccato i 321,6 km/h mentre Lewis è stato il più veloce dell’intera sessione con 322,5 km/h. Austria 2020 Velocità qualifiche

Red Bull insidiosa in seconda fila: Austria 2020 Velocità qualifiche

Max Verstappen sta dimostrando sempre più la sua maturità in pista di anno in anno.  Non ci sta a farsi trattare da bambino e si sta mettendo in luce per essere davvero un pilota con i numeri per poter lottare coi grandi. la vettura nel complesso in qualifica si è dimostrata ottima e perfettamente equilibrata, come da pronostico, per questa pista.  Dopo le due Frecce in Black è ancora una volta lui l’uomo più veloce al Ring, dato che il tracciato di casa predilige molto vetture con un ottimo compromesso tra carico aerodinamico e potenza del motore; motore che però sembra non aver sprigionato, almeno per le qualifiche, la potenza attesa dallo stage 2 Honda. Bene anche il compagno Albon che evidenzia di soffrire ancora un briciolo di inesperienza a bordo del toro più aggressivo del circus. Il secondo pilota Red Bull chiude comunque in P5. Max alla trappola della velocità ha toccato solo i 316,8 km/h mentre il compagno Alexander , più veloce, i 319,1 km/h. Accesa e altamente probabile la lotta al via tra i piloti Red Bull e quelli di casa McLaren che hanno avuto un exploit incredibile in questi primi giorni di F1 assediando le prime posizioni.

 

Clamoroso KO in qualifica per la Ferrari che sorprende in negativo:

Dopo il buon risultato nelle FP3 per le vetture del Cavallino ci si aspettava decisamente di più. Si pensava, se non una pole, almeno di vedere le vetture in lotta per le prime posizioni. Aspettative pienamente insoddisfatte. La Ferrari ha davvero sofferto nel pomeriggio austriaco e con ogni probabilità la colpa è da ricercare nel setup scelto per la sessione. Questo alla luce del fatto che Il motore italiano, equipaggiato anche su Alfa Romeo, ha dato prova di essere in grado di spingere forte sul dritto come da aspettative. Sia Kimi che Antonio infatti hanno raggiunto i 320 km/h. Niente da fare invece per i piloti in rosso che, quindi, non riescono a piazzarsi oltre la P7 (Charles) e P11 (Vettel). Sebastian ha toccato i 313,2 km/h mentre il compagno Charles i 312,4 km/h. In assoluto 2 dei 3 peggiori valori registrati oggi alla SPEED TRAP.

 

Seguici anche sui social:
Telegram Facebook Twitter Instagram

 

F1 | GP Austria, qualifiche – Binotto: “Una qualifica deludente, anche oltre le aspettative”

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.