F1 | GP Austria – Ferrari, Leclerc: “Perez oggi ha superato il limite”, Sainz: “In curva Mercedes e Red Bull hanno ben poco in più di noi”

Gara movimentata per la Ferrari che, in un GP d’Austria costellato di penalità, è riuscita ad ottenere una 5° e 8° posizione grazie ai due piloti del team, Carlos Sainz e Charles Leclerc

Ferrari GP d'Austria
Carlos Sainz – Scuderia Ferrari via Twitter

Gara movimentata per la Ferrari che al termine del GP d’Austria ha conquistato la 5° e 8° posizione. Un risultato, dunque, sicuramente non pessimo ma che ha lasciato comunque l’amaro in bocca ai due piloti, soprattutto a Leclerc. Il pilota monegasco, infatti, ha per ben due volte sofferto a causa delle manovre, poi punite da penalità, di Sergio Perez.

Manovre che hanno destato non poco nervosismo nel ventitreenne, in una gara in cui le penalità non sono di certo mancate. Ecco che cosa hanno detto i piloti del team Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Charles Leclerc

“Perez è stato aggressivo ed è normale che, quindi, abbia ricevuto una penalità. Diciamo che io amo sfiorare il limite quando corro ma oggi forse lui ha sbagliato e l’ha oltrepassato. Diciamo che io ho esagerato nel team radio, perché è stata una reazione a caldo, ma anche lui non ha scherzato. Per quanto riguarda il risultato si può dire me lo aspettavo dopo la qualifica che abbiamo disputato. Il passo gara era buono, ma per adesso non ci possiamo aspettare molto di più. Dopotutto bisogna lavorare tanto per colmare la differenza che c’è con gli altri”

Carlos Sainz

“Per quanto mi riguarda sono abbastanza felice. Avevo la gomma hard e pensavo di non riuscire a guadagnare un buon risultato, anche perché vedevo come faticava anche Räikkönen, invece alla fine ho terminato in 5° posizione. La svolta è avvenuta dopo 10 giri. Gli altri, infatti, hanno iniziato a soffrire il degrado e mi sono reso conto che in quel momento avrei dovuto dare il massimo. Per quanto riguarda, invece, il sorpasso fatto ai danni di Ricciardo diciamo che ho rischiato un bel po’, ma alla fine ne è valsa la pena e sono riuscito a guadagnare una posizione. In ogni caso devo dire che in curva siamo veloci e possiamo ritenerci fortunati. Mercedes e Red Bull hanno bene poco in più di noi, il problema però restano i rettilinei”