F1 | GP Austria – Griglia di partenza: prima fila Mercedes, super Norris

Valtteri Bottas ha conquistato la dodicesima pole in carriera, battendo di un soffio il compagno di squadra Lewis Hamilton. Miglior qualifica in carriera per Lando Norris, disastro Ferrari. F1 GP Austria griglia di partenza.

Credit: twitter Mercedes AMG-F1

Che il Red Bull Ring fosse una delle sue piste preferite era cosa nota. Ma dopo che Lewis Hamilton gli è stato davanti in tutte e tre le sessioni di libere, in pochi avrebbero pronosticato una sua pole position. Ed invece, proprio al momento giusto, Valtteri Bottas ha piazzato la zampata, stampando il record della pista in 1:02.939. F1 GP Austria griglia di partenza.

L’errore commesso nel secondo tentativo della Q3 si è rivelato un vantaggio, poiché Hamilton si è visto sventolare davanti le bandiere gialle e per un soffio, 12 millesimi, non è riuscito a far meglio del finlandese.

Il sei volta campione del mondo è stato messo sotto investigazione proprio per non aver rallentato a sufficienza in regime di bandiere gialle. Investigazione che si è però risolta in un nulla di fatto. Il pilota inglese scatterà così dalla prima fila.

Dopo un inverno ed una primavera trascorsi dichiarando il mondiale come obiettivo per il 2020, Max Verstappen ha dovuto fare i conti con la realtà. Mezzo secondo il suo svantaggio dalle Mercedes: un distacco elevato considerando che un giro al Red Bull Ring dura solo poco più di 60 secondi. La Red Bull ha però nel passo gara il suo punto di forza e l’olandese sarà l’unico che prenderà il via con gomme medie.

Se nelle prime tre posizioni è andato tutto abbastanza nella norma, dalla quarta posizione in poi iniziano le sorprese. Per la prima volta dopo svariate stagioni, il dominio di Mercedes, Ferrari e Red Bull viene messo in discussione.

Dopo un venerdì in cui si è messa in mostra la Racing Point, al momento che conta è venuta fuori la McLaren con un superlativo Lando Norris. Il 20enne inglese ha conquistato la quarta posizione, ottenendo la miglior qualifica della carriera. Il più giovane pilota in griglia si è messo alle spalle la Red Bull di Alexander Albon ed ha rifilato ben 3 decimi al compagno di squadra Carlos Sainz, ottavo.

Già l’anno scorso Norris si era dimostrato molto competitivo in qualifica ed a partire già dalla prima gara, dovrà dimostrare di essere cresciuto anche in gara. Dopo le libere, ne esce un po’ ridimensionata la Racing Point. Sesto Sergio Perez, nono Lance Stroll.

Disastro totale per la Ferrari. L’unica nota positiva è rappresentata dalla prestazione di Charles Leclerc che ha ottenuto il massimo risultato possibile, piazzando la Rossa in settima posizione. Addirittura fuori dalla Q3 Sebastian Vettel. Il pilota tedesco potrà quantomeno partire con gomme nuove e scegliere la mescola con cui iniziare la gara.

Ferrari che ha peggiorato le prestazioni di quasi 1 secondo rispetto al 2019, mentre tutti gli altri hanno migliorato di svariati decimi. La SF1000 si è dimostrata più competitiva sul passo gara che in qualifica, ma le basse velocità di punta renderanno difficile la rimonta.

Sfortunato Daniel Ricciardo, che ha trovato le bandiere gialle causate da Bottas ed ha dovuto alzare il piede nel corso del suo giro veloce. Ma la R.S.20 è un deciso passo avanti rispetto alla vettura dell’anno scorso.

Da segnalare la crescita della Williams ed un ottimo George Russell che di un soffio non è riuscito ad accedere alla Q2. Indietro tutti i motorizzati i Ferrari, che nel 2019 avevano invece ben figurato in qualifica. Le Alfa Romeo, l’anno scorso entrambe in Q3, scatteranno dalla terzultima e dalla penultima posizione. Kevin Magnussen, autore del quinto tempo assoluto nel 2019, è stato a sua volta eliminato nella prima sessione.

 

GP Austria – Griglia di partenza

F1 GP Austria griglia di partenza
Credit: F1inGenerale

 

F1 | GP Austria – Bottas: “Ottima pole, ho spinto al limite”

 

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari