F1 | GP Austria- La gara dell’Alfa Romeo- Giovinazzi: “Una gara frustrante”

Un Gran Premio d’Austria complicato per le due Alfa Romeo. Räikkönen ha lottato con Alonso per la TOP10, a causa di un contatto con Vettel nell’ultimo giro, è arrivato 16esimo. Giovinazzi si è scontrato con Ocon al primo giro, compromettendo il resto della gara, che ha concluso al 14esimo posto.

alfa romeo austria
Credits Alfa Romeo Press Office

Alfa Romeo è arrivata molto vicino alla TOP 10, ma il Gran Premio d’Austria è stato difficile e frustrante per l’intero team.

Kimi Räikkönen, che era stato in lotta per la P10 fino all’ultimo giro della gara, ha oltrepassato il traguardo al 16 ° dopo una collisione. Mentre il compagno di squadra Antonio Giovinazzi è giunto al traguardo 14° dopo che una penalità ricevuta nelle fasi iniziali della gara.

Giovinazzi e Räikkönen partivano rispettivamente dalla P15 e P16. Alla partenza Giovinazzi si è scontrato con Ocon, è dovuto tornare ai box. Successivamente gli è stata inflitta una penalità, che ha condizionato il resto della gara di Giovinazzi. A fine gara Giovinazzi è stato convocato dai commissari con altri piloti per non aver rallentato in regime di bandiere gialle nell’ultimo giro.

Räikkönen, d’altra parte, è stato in grado di colmare il divario con le auto davanti, sfruttando al meglio le sue gomme medie. Con Russell e Alonso in lotta per la P10, Räikkönen ha colmato il gap: purtroppo il contatto con il britannico gli è costato un po’ di tempo, mettendo il finlandese nelle grinfie di Vettel. Una collisione con l’Aston Martin nell’ultimo giro della gara ha visto entrambi uscire di pista, con Räikkönen che alla fine è giunto all’arrivo al 16 ° posto. Per questo contatto i commissari hanno convocato a fine gara Räikkönen, Vettel e Russell, che hanno esposto le loro posizioni in merito all’episodio.
Una fine frustrante di un’altra gara in cui Alfa Romeo ha mostrato un buon ritmo ma non è riuscita a entrare nella top ten.

Frédéric Vasseu

“Certo è deludente lasciare l’Austria senza punti dopo due gare in cui il nostro ritmo è stato buono. Abbiamo pagato il prezzo di un sabato difficile, poiché partire dal 15 e 16 posto in griglia ci ha reso la vita inutilmente dura. Entrambe le vetture avevano ritmo, come Kimi ha mostrato verso la fine della gara. Possiamo contare sugli aspetti positivi, naturalmente, ma dovremo affrontare i punti deboli mentre cerchiamo di compiere l’ultimo passo verso la top ten in Gran Bretagna.”
 

Kimi Räikkönen
È stata una gara in cui la macchina era abbastanza ok, ma ci mancava qualcosa per essere nella top ten. Abbiamo avuto un primo lungo periodo sugli hard, poi sui media. Siamo riusciti a raggiungere i ragazzi davanti combattendo per il decimo posto. Alonso ha superato Russell, sono andato vicino, poi ho avuto il contatto con Seb. Ci siamo toccati e così è stato, alla fine non ha cambiato il risultato finale perché entrambi siamo rimasti un po’ al di sotto dei punti.”

Antonio Giovinazzi
Una giornata frustrante: proprio come la scorsa settimana, la nostra gara è stata compromessa al primo giro. Ho avuto un contatto con Esteban e sono dovuto andare  ai box: abbiamo avuto un buon ritmo dopo ma tutti erano abbastanza vicini ed è stato molto difficile recuperare molto. Sono rimasto bloccato dietro una Williams, poi ho anche ricevuto una penalità – un fine settimana da dimenticare. Speriamo di poter fare una gara migliore a Silverstone perché la prestazione non è stata male.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.