F1 | GP Austria, le prove libere delle Red Bull: Verstappen fiducioso

Nella prima sessione di prove libere del GP d’Austria Verstappen chiude con il terzo tempo, nella seconda sessione ha avuto problemi con la rottura dell’ala anteriore. Intanto la Red Bull protesta ufficialmente contro il sistema DAS.

Red Bull Austria
Credits Red Bull Racing

In Austria la Red Bull infiamma le polemiche in questo venerdì di prove libere. Al termine della sessione ha protestato ufficialmente alla FIA sul sistema DAS, portato in pista a Spielberg, dai rivali della Mercedes sulle monoposto di Hamilton e Bottas. 

Per quanto riguarda la giornata di prove libere, entrambi i piloti Red Bull sono rimasti soddisfatti del numero di giri percorsi e dei dati raccolti.

Max Verstappen

Il pilota olandese fa segnare il terzo tempo nella prima sessione e l’ottavo nella seconda.

Verstappen, che ha percorso 78 giri, ha commentato positivamente la giornata: “È stato bello essere di nuovo in macchina e dopo qualche giro si torna abbastanza facilmente nel ritmo. Nel complesso è stata una giornata positiva, la vettura si sta maneggiando bene e sono soddisfatto del numero di giri che abbiamo fatto che è davvero importante dopo una lunga pausa. 

La Red Bull di Verstappen ha avuto problemi ad un’ala anteriore.

I tempi sul giro in realtà non dicono nulla perché ho rotto la mia ala anteriore sul giro spinto, quindi abbiamo dovuto montare un’ala diversa. Penso che siamo stati un po’troppo aggressivi per questo e ho avuto un giro e un po’ fuori, ma niente di importante. I cordoli sono quello che sono qui ed è lo stesso per tutti, l’ala anteriore non piace molto i cordoli gialli quindi dobbiamo stare attenti.”

Siamo fiduciosi e ci sono sempre cose che possiamo fare meglio, ma nel complesso è stata una buona giornata e non vedo l’ora di domani.”

 

Alex Albon

Il pilota della Red Bull conclude al settimo posto la prima sessione, al tredicesimo la seconda.

Oggi è stata una giornata abbastanza bella ed è stato bello essere di nuovo in macchina. Sono felice ed eccitato che siamo tornati in pista. È passato molto tempo da quando abbiamo percorso tanti giri, quindi c’è molto da guardare prima di domani”.

Ci sono un paio di cose su cui dobbiamo lavorare, nella configurazione, quindi vedremo dove saremo domani, ma sappiamo cosa fare”.

Per Albon il vero pericolo sono i cordoli.

I cordoli sono pericolosi e alcuni di loro possono essere assassini di ala anteriore se li colpisci troppo forte. Ma nel complesso la macchina va bene, mi sento bene e non vedo l’ora che sia domani“.

Seguici su Instagram 

F1 | Ferrari preoccupa già nelle libere in Austria? Le nostre indiscrezioni

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.