F1 | GP Austria, Mario Isola in esclusiva sulle strategie: “Equivalente partire con gomme soft o medium”

Mario Isola ha rilasciato in esclusiva a F1ingenerale le sue previsioni sulle strategie per la gara. Le Ferrari partiranno con le soft rispetto alle gomme medie della concorrenza, ma questo non dovrebbe essere uno svantaggio per Charles Leclerc.

Mario Isola Austria

Charles Leclerc ha riportato la Ferrari in pole position nel Gran Premio d’Austria stampando il nuovo record della pista. Sulla gara di domani pendono però tante incognite. Una di queste è che entrambe le Ferrari saranno le uniche vetture tra i top team a prendere il via con le gomme soft. Mercedes e Red Bull invece monteranno le gomme medie. Mario Isola Austria
Mario Isola della Pirelli non ritiene che questo possa essere uno svantaggio per Leclerc, come ha dichiarato in esclusiva a F1ingenerale:

“Dai numeri raccolti venerdì in una FP2 interrotta dalle bandiere rosse, per cui magari non sono super attendibili, ma ragionevoli, le due strategie medium-hard o soft-hard sulla carta sono abbastanza equivalenti.  Quindi le scelte differenti che sono state effettuate dai top team dovrebbero permetterci di vedere una gara impostata diversamente, ma non vedo un team penalizzato rispetto ad un atro. Le strategie a due soste invece, sempre sulla carta, sono un po’ più lente. Per questo i top hanno le stesse possibilità di giocarsela.”

Lieve rischio blistering in gara

Dopo le FP2 su alcune gomme si sono osservati alcuni fenomeni di blistering. Se le temperature dovessero restare elevate anche in gara, questo potrebbe fare della gestione gomme uno dei temi principali della corsa. Mario Isola ha commentato così a F1ingenerale:

“Abbiamo visto qualche caso, ma veramente molto limitato di blister, qualche puntino qua e la, perché comunque le temperature sono molto elevate e questo è un circuito che tendenzialmente, soprattutto sull’anteriore, tira fuori un po’ di blister, perché è una pista di frenate, quindi surriscalda molto la parte interna dello pneumatico. Abbiamo visto qualche caso di blister e potrebbe venire fuori anche in gara. Sappiamo anche che il blister, quando è sotto controllo, non ha un grosso effetto sulla prestazione. Abbiamo visto che Hamilton al Paul Ricard con le gomme blisterate all’ultimo giro ha fatto un tempo incredibile, quindi non ha influito troppo sulla prestazione.” Mario Isola Austria

Seguici anche su Telegram

F1 | GP Austria 2019 – Griglia di partenza: 3 posizioni di penalità per Hamilton, ma partirà quarto

mm

Carlo Platella

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Ho lavorato nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.