F1 | GP Austria, Ricciardo: “Il mio futuro? Darò notizie entro due settimane”

La Formula 1 approda sul circuito austriaco di Spielberg per correre la 31° edizione del GP d’Austria, la nona tappa del mondiale. Il Red Bull Ring è un circuito a basso carico aerodinamico, con poche curve, lunghi rettilinei e tanti punti di sorpasso. Nella conferenza stampa del venerdì, Ricciardo ha espresso maggior dettagli sulla sua situazione contrattuale e sulle proprie aspettative del weekend austriaco. GP Austria Ricciardo

Conferenza stampa GP Austria 2018 – Foto: Red Bull Content Pool

Ricciardo sbarca in Austria lasciandosi alle spalle un sofferto GP francese: il pilota australiano si è trovato a dover gestire una  vettura che diventava sempre meno performante nelle ultime fasi della corsa a causa di un danno all’ala anteriore, che non gli ha permesso di difendere la 3° posizione mantenuta fino a pochi giri dalla fine.

Ricciardo vorrà sicuramente rifarsi sulla pista di Spielberg davanti ai tifosi del proprio team, un tracciato sulla carta non favorevole per la squadra austriaca, ma dove Ricciardo crede comunque di poter fare bene: Penso che potremo avere un buon passo anche qua, in; generale quest’anno lo abbiamo avuto in tutte le piste. Nel 2017 sono riuscito a salire sul podio, spero di riuscirci anche domenica. La aggiunta della 3° zona DRS poi potrebbe minimizzare il nostro deficit di motore nei rettilinei e nel secondo settore ci sono abbastanza curve. L’anno scorso la macchina era buona e penso che quest’anno sarà ancora migliore, diciamo che il  podio potrebbe essere un obbiettivo realistico per noi”.

GP Austria Ricciardo
Daniel Ricciardo in conferenza stampa GP Austria 2018 – Foto: Red Bull Content Pool

Il Red Bull Ring è la pista con il più basso tempo sul giro del calendario. La 3° zona DRS e il miglioramento prestazionale delle monoposto rispetto allo scorso anno potrebbero;quasi permettere ai piloti di compiere un giro in meno di un minuto. Ricciardo commenta questa possibilità: “temo sia un po’ ottimistico, forse con le HyperSoft sarebbe possibile, guadagnare 2 secondi rispetto all’anno;scorso in un giro così corto sarebbe fantastico, ma penso sia un po’ troppo ottimistico”.

Il pilota australiano è da inizio anno al centro del mercato piloti, con varie voci riguardanti; interessamenti da Ferrari e McLaren per il pilota: “c’è stato dell’interesse da parte di;altri team – conferma Ricciardo – personalmente voglio mettere qualcosa nero su bianco prima della pausa, per arrivare all’estate con la mente sgombra e potermi rilassare. Negli scorsi anni la trattazione avveniva nella pausa estiva e non è il massimo, per questo vorrei concludere tutto prima. Ora che la Red Bull ha deciso la motorizzazione per il 2019 le carte sono tutte sul tavolo, ho le idee più chiare e arriverò ad una decisione presto. Spero di poter annunciare qualcosa entro 2 settimane“.

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori. Clicca qui per info

L’attuale contratto con la Red Bull prevede una grande differenza di trattamento a livello economico a favore di Verstappen rispetto a Ricciardo, nonostante i risultati abbiano evidenziato una maggior;costanza da parte del pilota australiano. Ricciardo però, preferisce non parlare dell’aspetto economico del suo futuro contratto: “Penso di aver dimostrato il mio valore sopratutto quest’anno con le due vittorie, ma i particolari della varie trattative preferisco tenerli riservati.

Il pilota della Red Bull traccia poi un bilancio della stagione e crede ancora nella;possibilità di vincere il titolo mondiale: Penso onestamente che siamo ancora in lotta, siamo abbastanza lontani in classifica però abbiamo molte più possibilità rispetto ai 4 anni passati. Arriveremo in;alcuni circuiti in cui non saremo da podio;alla vigilia e in altri dovremo scontare delle penalità probabilmente, però a livello globale con le prestazioni siamo più vicini che mai. La strada è lunga, abbiamo avuto molti buoni aggiornamenti, ne abbiamo bisogno ancora un paio. Comunque può bastare una nostra vittoria e un weekend negativo da parte degli altri per poterci riavvicinare in classifica”.


F1 | Conferenza stampa GP Austria, Magnussen: “Sorpreso dalla stagione che stiamo disputando”

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"