F1 | GP Austria – Sintesi Prove Libere 1: Hamilton primo, ma la Ferrari c’è

Lewis Hamilton è in testa nelle prime prove libere del GP d’Austria, davanti a Vettel, Bottas e Leclerc. Sessione segnata da molti danneggiamenti sulle ali anteriori, il più grave dei quali, sulla Renault di Hulkemberg, obbliga a chiudere la sessione con la bandiera rossa. La giornata, però, era già cominciata con la notizia della votazione sul ritorno alle coperture Pirelli 2018, senza però esito positivo.F.1 Austria Prove Libere

Foto: twitter.com

Mercedes f1 austria prove libere

Perdita d’olio per Valtteri Bottas, la vettura numero 77 è attesa in pista non prima della metà sessione.

Si lancia Lewis Hamilton che, con gomma gialla, segnando giri relativamente lenti, 1:06.516 prima, migliorandolo poi in 1:06.259. Bottas scende in pista, con gomma rossa, 1:07.856, che lo fa porta in diciottesima posizione. Bottas, poi, con un colpo di reni sale in testa (1:06.106), scalzato subito da Hamilton (1:06.010) con gomma rossa. Infine, il finlandese torna davanti in 1:05.909. F1 Austria prove libere

Tornato in pista con gomme rosse, Bottas segna 1:05.299, poi migliorato in 1:04.999. Hamilton, invece, a parità di mescola, segna 1:05.239, lamentandosi dell’imprecisione dell’anteriore in ingresso curva. La squadra decide, una volta tornati ai box, di cambiare le ali anteriori ad entrambi, a causa di piccole rotture sullo spigolo dell’endplate, probabilmente a causa dell’alto dissuasore all’esterno di curva 1.

Bottas, come Hamilton in precedenza, lamenta poca precisione ininserimento. Contemporaneamente, Hamilton segna 1:04.838, che lo porta nella posizione di testa. Rientrato ai box, il campione del mondo lamenta un piccolo danneggiamento dell’ala anteriore.

La simulazione di passo gara vede i due piloti stabili su tempi simili, a parità di gomma rossa (1:09.5). Poi, dopo un giro più lento (1.11) per entrambi, si ha una tornata più competitiva, 1.09.1 per Hamilton e 1:09.6 per Bottas.

Ferrari

Entrambi i piloti sono scesi in pista con gomme gialle, Vettel fa segnare 1:07.075, mentre Leclerc ferma il cronometro in 1:06.970. Il tedesco si migliora ancora, in 1:06.672, che gli consente la seconda posizione, ma subito il monegasco fa segnare un 1:06.169, che lo porta in testa.

Vettel, poi, si riporta davanti, fermando il cronometro sull’1:06.160. I tentativi dei due piloti di Maranello si concentrano sulla comparatistica, con Vettel che monta il fondo scartato dopo le libere di Francia, che viene montato successivamente anche a Leclerc. Vettel, invece, nella sua seconda parte della sessione monta quello usato nella gara precedente a Le Castellet.

Leclerc torna in pista con gomme gialle, mentre Vettel è ancora fuori dall’abitacolo per via del cambio della componente. Il monegasco segna 1:05.409, poi 1:05.141. Sceso in pista anche il tedesco, con gomma media, fa segnare 1:04.982, che gli vale la seconda posizione.

Leclerc, nei suoi ultimi tentativi in pista, ha montato il muso con la modifica per il Gran Premio d’Austria, che monterà anche Vettel nel suo ultimo stint.

Per quanto riguarda la simulazione di passo gara, Vettel fa segnare 1:09.6, con gomma gialla, al pari dei tempi di Bottas e Gasly, ma con difetto di mescola.

Red Bull

Gasly, con gomma media, ferma il cronometro sull’1:06.385, che gli consente la prima posizione in classifica. 1:07.048, invece, per Verstappen, che si mette quinto, che poi si porta in testa (1:06.100).  infine l’olandese si migliora: 1:05.938 prima, 1:05.488 poi. Il suo compagno di squadra, invece, si ferma sull’1:06.106.

Con gomma rossa, Gasly ferma il cronometro sull’1:05.378, mentre Verstappen, a parità di gomma, 1:05.278, che gli vale la terza posizione.

Verstappen, sceso nuovamente sul tracciato con gomma rossa, non riesce a concludere un giro competitivo per delle noie al cambio non confermate.

Per quanto concerne la simulazione di passo gara, con gomma rossa, Gasly si accoda sull’1:09.6, tempi simili alle Mercedes.

Classifica finale

Di seguito la classifica completa delle Prove Libere 1 del GP d’Austria F1 A ere

Classifica finale
Foto: twitter.com

Seguici su Instagram

Il Monitor dei Tempi – GP Francia 2019 [GARA] – Il super recupero di Leclerc! – L’analisi della gara – Il midfield si conferma bellissimo.