F1 | GP Austria – Sintesi Qualifiche: Leclerc top, Vettel decimo. Hamilton sotto investigazione

Il giovane cavallino della Ferrari conquista di forza la Pole position, davanti a Hamilton e Verstappen. A seguire, Bottas, Magnussen e Norris. Vettel solo decimo, costretto a non prendere parte alla Q3 per un problema alla Power Unit. F1 Austria Qualifiche

Foto: F1.com

Q1

Le Alfa Romeo, scese in pista ad inizio sessione con gomma rossa, segnano tempi ottimi Kimi (1:05.311) e Giovinazzi (1.05.027), poi battuti da Norris, Magnussen, Hulkenberg e Grosjean. F1 Austria Qualifiche F1 Austria Qualifiche

Hamilton blocca Raikkonen in curva 1, costringendo il finlandese dell’Alfa Romeo Racing ad abortire il tentativo: il campione del mondo e Raikkonen dovranno presentarsi presso i commissari a sessione finita.

Le Ferrari provano le gomme gialle, mentre gli altri scendono in pista con le rosse. Hamilton chiude il giro in 1:05.110, ottavo, mentre Leclerc 1:04.304, che lo porta in prima posizione.

Vettel (1:04.623) sale secondo, ma Gasly leva immediatamente la posizione al tedesco (1:04.412). Verstappen ferma il cronometro sull’1:04.565, che lo porta in seconda piazza. Hamilton scavalca l’olandese (1:04.560), mentre Leclerc ipoteca la prima posizione (1:04.138), con Vettel subito dietro (1:04.340). Deludente tentativo per Bottas, che ferma il cronometro in 1:04.738, che gli vale la settima posizione. Gasly si infila tra i Ferrari (1:04.312). Verstappen, con 1:04.339, sale secondo, mentre Hamilton (1:04.516) si migliora ma rimane quinto.

Bottas è costretto a tornare in pista, per il miglioramento costante del tracciato, mentre le Ferrari rimangono ai box. Entrambe le Alfa romeo si mettono tra i primi dieci (Giovinazzi sesto, Raikkonen ottavo).

Verstappen si migliora 1:03.807, si mette primo. Hamilton si migliora (1:03.818) secondo, mentre Bottas (1:04.084) terzo. Kvyat è costretto a sfruttare tutto il cordolo di curva 10 per il traffico che incontra nel suo giro veloce: per la situazione, il comportamento di Russell verrà investigato dopo la fine delle qualifiche.

Gli esclusi di questo Q1 Perez, Stroll, Kvyat, Russell e Kubica.

Q2

Mentre le Mercedes e Verstappen scendono in pista con le mescole medie, strategie diversificate per la Ferrari e Gasly, con gomma rossa.

Hamilton ferma il cronometro in 1:04.157, tempo migliorato subito da Bottas 1:03.936 e Verstappen 1:03.835. Le prestazioni dei Ferrari, che li portano in prima e seconda posizione, sono per Leclerc 1:03.459, e per Vettel 1:03.667. Infine, Gasly segna 1:04.167, sesto.

Alle spalle dei primi sei, tutti montano gomma rossa. Hamilton si migliora (1:03.896), come anche Bottas (1:03.899). Sempre molti danni sulle ali anteriori: questa volta è quella di Grosjean.

Scendono di nuovo in pista i due Mercedes, quando mancano quattro minuti alla fine della sessione, con gomma gialla. Grosjean si migliora, ma si ferma in undicesima posizione. Hamilton abortisce il giro, mentre Bottas continua, pur migliorandosi di soli trentasei millesimi (1:03.863). Hamilton migliora nuovamente (1:03.803), come anche Leclerc, che monta gomma rossa (1:03.378).

Preoccupante immagine dal box Ferrari, la macchina #5, quella di Vettel, si trova sui cavalletti con il cofano aperto, mentre un lavoro febbrile dei meccanici accompagna i minuti di attesa per il Q3.

Gli eliminati di questo Q2 sono Grosjean, Hulkemberg, Albon, Ricciardo, Sainz.

Foto: F1.com

Q3

Oltre all’agitazione per il lavoro sulla macchina di Vettel, anche a Leclerc viene chiesto di spegnere e riaccendere il motore.

Scendono in pista le Alfa Romeo, con Raikkonen (1:04.734) e Giovinazzi (1:04.742), mentre si lancia Hamilton, che finisce il tentativo in prima posizione (1:03.900).  Bottas si mette davanti al compagno di squadra (1:03.559), scalzato da Leclerc (1:03.208). Verstappen si infila tra le Mercedes (1:03.861), mentre Gasly ferma il cronometro in 1:04.199.

Vettel non prenderà parte a questo Q3 per cause legate alla Power Unit.

Hamilton migliora il suo tentativo 1:03.262, secondo, mentre Verstappen 1:03.439 la ferma in terza posizione. Leclerc  migliora la già confermata Pole position, in 1:03.003, che è il nuovo record del tracciato in qualifica. Bottas, infine, segna 1:03.537, che lo conferma in quarta posizione.

Gasly, che non migliora il suo primo tentativo, si ferma al nono posto, con entrambe le Alfa Romeo davanti a sé.

Classifica finale

Di seguito la classifica che delinea la griglia di partenza del GP d’Austria, ricordando le penalità che saranno conferite a Sainz, Albon (partiranno in ultima fila), Magnussen e Hulkemberg (avranno entrambi cinque posizioni in più in griglia).

F1 Austria Qualifiche
Foto: F1.com

Seguici su Twitter

Formula 1 | Sebastian Vettel: “Semplificherei le regole, impossibile prevedere ogni situazione”