F1 | GP Austria – Toto Wolff: “Questo è il giorno più doloroso degli ultimi sei anni”

L’upgrade motoristico a livello di potenza e cavalli, spesso non è anche sinonimo di affidabilità. A farne le spese, quest’oggi, è stata la Mercedes: entrambi i piloti, hanno totalizzato un complessivo di 0 punti, che pesano sia nel costruttori, laddove Ferrari ha fatto un balzo in avanti conquistando un complessivo di 33 punti, che nel piloti, dove Hamilton ha nuovamente lasciato la testa della classifica al tedesco della Ferrari.
L’unico a metterci la faccia è stato l’austriaco Toto Wolff che ha analizzato cosa è andato storto in questa drammatica (sportivamente parlando) trasferta alpina.

Affranto, il team principal Mercedes, dopo i due ritiri dei piloti della squadra tedesca ha rilasciato queste parole, dal sapore amaro: “Perdere una possibile doppietta in questo modo, causata dai nostri stessi errori e dall’inaffidabilità, fa solo tanto male. Abbiamo avuto un primo giro spettacolare: una grande fuga (come quella di Steve McQueen nell’omonimo film ndr) per Lewis e Valtteri che si sono ripresi le prime due posizioni in frenata in curva 4.”

“Per i primi 13 giri andava tutto così bene, con entrambi i piloti ben distanziati che gestivano bene il ritmo gara. Il primo colpo basso è stato il ritiro di Valtteri dopo problemi a livello idraulico. Questo episodio, decisivo, ha causato il regime di VSC: abbiamo deciso di lasciare Lewis in pista per un giro, ma la bandiera verde e entrata prima del previsto; abbiamo semplicemente preso la decisione sbagliata.”

“Questo ha lasciato Lewis con una gara in salita: siamo rientrati subito dopo la ripresa della gare,;gli abbiamo fatto montare un set di gomme morbide, e poi ha dovuto provare a recuperare il gap creatosi in pista. Così facendo, le gomme posteriori si sono deteriorate, causando la perdita di una posizione nei confronti di Sebastian Vettel,;poi abbiamo deciso di far rientrare Lewis poiché non c’era nulla da perdere”.

GP Austria Mercedes
GP Austria Mercedes
Il ritiro di Lewis Hamilton nel GP d’Austria 2018 – Foto Angelica P. per F1inGenerale

Poi si è soffermato sul ritiro del campione del mondo in carica, spiegandone la causa:;“Il ritiro è stato causato da una perdita di pressione del carburante che lo ha costretto al ritiro. Un doppio schiaffo sul nostro morale causato dall’affidabilità ed è difficile da digerire,;ma sappiamo per esperienza che i giorni più amari e difficili sono quelli laddove si imparano più cose.”

“Ci riprenderemo nei prossimi giorni, impareremo dai nostri errori e andremo a Silverstone a testa alta. È una gara di casa per i numerosi membri del team di Brackley e Brixworth; mireremo a tornare forti, trionfando in Inghilterra e fare ammenda per i nostri fallimenti oggi”, ha concluso Toto Wolff.


F1 | GP Austria – Raikkonen: “Siamo stati cauti e questo ci è costato la vittoria.”

F1 | GP Austria – Toto Wolff: “Questo è il giorno più doloroso degli ultimi sei anni”
Lascia un voto

Davide Filotrani

Da Ascoli Piceno (AP), Marche. Grande appassionato di motorsport ed in particolare di Formula 1, WEC e Rally. Amante ed esperto della magica storia della Formula 1 degli anni 70. Mi impegnerò a trasmettervi questa mia passione per i motori scrivendo numerosi articoli. #staycalm and #pushhard