F1 | GP Austria – UFFICIALE: Nessuna penalità per Verstappen

Una gara strepitosa, magnifica e da lasciare il fiato quella che si è disputata sul circuito austriaco di Spielberg. Verstappen penalizzato

Verstappen non penalizzato
Verstappen indica il marchio Honda – Foto Red Bull

Un Max Verstappen che sbaglia la partenza, si rialza ed inizia la rimonta. Un Leclerc che domina fino all’ultimo, macina giri su giri su una gomma che dovrebbe reggerne meno. Una gara di altri tempi, sorpassi continui e rimonte clamorose. Una gara necessaria per uno sport in grossa difficoltà. Verstappen penalizzato

Il fatto

Giunti a due tornate dal termine della gara, Leclerc precede di pochissimo un Max Verstappen infuocato che vede la preda rossa. Il pilota della Ferrari è già in difficoltà da parecchi giri ma si difende. Concede l’interno in curva 2  al pilota Olandese sperando in un incrocio di traiettorie ed in una miglior trazione.

Verstappen invece capisce la manovra del rivale e tira la staccata all’interno della curva innescando un ruota a ruota che costringe il pilota monegasco ad uscire dalla pista. Verstappen quindi va a prendersi con le unghie e con i denti una vittoria sudata e voluta. Leclerc, ferito ed arrabbiato reagisce aprendosi in radio per sfogare la sua frustrazione.

 

Podio incerto, irreale, quello che si forma poco più tardi. La manovra di Verstappen è stata notata ed è “under investigation”. I Piloti sono stati invitati a recarsi dai commissari alle 18:00 per discutere di quanto avvenuto.

 

 

 

 

 

Il verdetto dei commissari

Alle 19:51, dopo numerose notizie tendenziose, i commissari confermano l’ordine di arrivo della gara. Verstappen quindi vince ufficialmente. Leclerc secondo.

“Se penalizzano queste manovre, non è Formula 1”, aveva dichiarato Max Verstappen dopo la gara.

 

Seguici anche su instagram

F1 | GP Austria – Binotto senza dubbi: “Almeno questa volta, il regolamento parla chiaro!”

Alessio Arcidiacono

Studente magistrale di Economia. Da sempre appassionato di Formula 1, sogna di lavorare nella massima serie del motorsport.