F1 | GP Azerbaijan – il sabato delle Mercedes, Hamilton: “Qualifiche difficili, ringrazio il team per l’enorme lavoro”

Sabato positivo per la Mercedes, che conclude le qualifiche del GP di Azerbaijan con un secondo posto per Hamilton. Bottas invece, è stato penalizzato dalle bandiere rosse che hanno segnato la sessione, finendo decimo.

GP Azerbaijan qualifiche Mercedes
Hamilton – Credits: Mercedes AMG

Dopo il disastro di Monaco, la Mercedes ritrova il ritmo con le qualifiche del GP d’Azerbaijan. Lewis Hamilton conclude la sessione al secondo posto, a soli due decimi dal poleman, Charles Leclerc. Valtteri Bottas invece, è stato protagonista di una qualifica sfortunata, a causa delle numerose bandiere rosse che hanno segnato il pomeriggio. Il finlandese non è riuscito ad andare oltre il decimo posto, ma rimane fiducioso per la gara di domani.

Lewis Hamilton

“Date le circostanze difficili, sono davvero felice per il mio giro. Sicuramente non ce lo aspettavamo, e questo è un risultato così monumentale per noi perché abbiamo lottato per tutto il weekend. Abbiamo mantenuto la calma e abbiamo continuato ad parlare tra di noi per poterci migliorare, sfidandoci a vicenda e senza mai accettare “no” come risposta”.

“Oggi è stato il salto più grande che siamo riusciti a fare tra le FP3 e le qualifiche. Abbiamo scoperto qualcosa alla fine delle FP3 e abbiamo continuato a spingere in quella direzione. È stato così difficile e c’è stato così tanto lavoro in fabbrica durante la notte e oggi – spero che tutti siano felici, ma abbiamo ancora molto lavoro da fare domani”.

“Il nostro ritmo di gara è molto migliore del nostro ritmo sul giro secco. Non capiamo perché, ma domani sarà una bella lotta con le altre squadre”.

Valtteri Bottas

“Ho sofferto con il ritmo per tutto il fine settimana e sento che c’è qualcosa che non va. La macchina è al limite, ma con un ritmo ancora non buono e se spingo troppo, vado a muro. Questo weekend era il turno di Lewis di decidere chi dovesse uscire per primo dal box, quindi nella prima manche ha avuto la mia scia. Nella seconda manche ho provato a farmi trainare da Charles, ma c’è stata la bandiera rossa che mi ha penalizzato”.

“Domani sarà una sfida, ma so che può succedere di tutto in questa gara. Quindi non si sa mai e di sicuro continueremo a provarci, io cercherò di capire tutto quello che posso stasera e combattere domani”.

Toto Wolff

“Il lavoro che è stato svolto a Brackley e Brixworth, e dagli ingegneri qui, è fantastico: hanno progettato un programma incredibile che abbiamo seguito riga per riga. Abbiamo fatto una serie di esperimenti: alcuni erano utili, altri no, ma siamo riusciti a ottenere risposte alle nostre domande e quindi a produrre un’auto che fosse buona”.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | Ufficiale: tre posizioni di penalità per Norris! Il britannico: “Non me li merito. Non ho fatto nulla di pericoloso!”

Desirée Palombelli

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.