F1| GP Azerbaijan – Sintesi Qualifiche: a Bottas la pole position, delusione per Leclerc

Al termine di una sessione ricca di colpi di scena è stato Valtteri Bottas a strappare agli avversari una combattuta pole position. Delusione per Charles Leclerc, che nel corso della Q2 ha incontrato sulla sua strada verso il miglior giro le barriere di protezione di curva 8, che hanno posto prematuramente fine alla sua sessione di qualifica.

Foto: Twitter

Q1

La prima sessione di qualifica ha visto un copioso miglioramento della pista all’aumentare dei passaggi delle monoposto. gp azerbaijan qualifiche

A pochi minuti dall’inizio, una perdita del punto di frenata da parte di Lewis Hamilton ha causato una breve bandiera gialla e compromesso il suo primo tentativo. Ad abortire il suo primo giro è stato anche Sebastian Vettel, mentre il suo compagno di squadra si è messo subito a dettare il passo, facendo fermare il cronometro a 1:41.426s( battendo il record della pista di Vettel dello scorso anno).

Il tempo del pilota monegasco della Ferrari è stato però migliorato da Pierre Gasly, che ha compiuto il suo giro in 1:41.751s, ottenendo il record nel primo settore. Il suo compagno di squadra è riuscito a strappare il record al pilota francese, senza però riuscire ad andare oltre il quarto miglior tempo.

La bandiera a scacchi ha visto eliminati dalla prima manche di qualificazione Stroll, Grosjean, Hulkenberg, Russell e Kubica.

Al termine della sessione Robert Kubica, a causa di un errore, ha impattato violentemente contro le barriere in maniera frontale, danneggiando la parte anteriore della vettura. Il pilota polacco della Williams è stato poi portato al centro medico per accertamenti.

Foto: F1 App

Q2

Le attività di pulizia della pista e ripristino delle protezioni hanno richiesto un intervallo di pausa più lungo tra Q1 e Q2.

Al riprendere della sessione, le due Ferrari hanno optato per le gomme Medium, mentre i due piloti della Mercedes e Red Bull hanno optato per la più morbida Soft.

E’ stato questa volta Max Verstappen a mettersi a dettare il passo: il pilota della Reb Bull è infatti riuscito a far segnare un tempo di 1:41.388s.

Entrambi i piloti della Ferrari sono stati poi costretti a fare un ulteriore tentativo per migliorare i tempi ottenuti con le gomme gialle.

Tuttavia, un errore in curva 8 ha interrotto in anticipo la sessione di qualifica di Charles Leclerc, che ha impattato, come Kubica in Q1, frontalmente contro le protezioni, danneggiando irrimediabilmente la sua Ferrari.

Foto: F1 App

L’impatto ha dunque causato una nuova sospensione della sessione a sette minuti dal termine della Q2. Al riprendere delle qualifiche, Sebastian Vettel ha fatto un run con gomma Soft, ed è riuscito al secondo tentativo ad ottenere il quinto tempo.

Ad essere eliminati nella seconda sessione di qualifiche sono stati Sainz, Ricciardo, Albon, Magnussen, e Gasly, che non ha effettuato alcun giro cronometrato in questa manche per via delle penalità in cui incorrerà.

La bandiera a scacchi ha infine visto Max Verstappen in testa alla classifica, seguito dalle due Mercedes di Bottas ed Hamilton e dalla Racing Point di Sergio Perez.

Q3

Max Verstappen è stato il primo a scendere il pista, facendo segnare record in tutti i settori. Lewis Hamilton ha però prontamente reagito, facendo fermare il cronometro ad un eccezionale 1:40.703s.

Vettel è riuscito ad ottenere un tempo di 1:41.124s, ponendosi alle spalle del pilota inglese della Mercedes. La seconda posizione gli è stata successivamente strappata da Verstappen, che è riuscito a migliorarsi nel secondo tentativo (1:41.069s).

Tutti i piloti si sono rilanciati a pochi secondi dalla bandiera a scacchi. Sebastian Vettel ha subito fatto segnare il record nel primo settore, tentando l’impossibile, ma non è riuscito ad eguagliare il tempo di Hamilton, fermandosi alle sue spalle.

L’ultima sorpresa di queste movimentate qualifiche è però arrivata all’ultimo passaggio di Valtteri Bottas. Il pilota finlandese è infatti riuscito nell’impresa di migliorare il tempo già straordinario del compagno di squadra, guadagnando la pole position allo scadere del tempo.

Ottima la prestazione anche di Perez e Kvyat, che hanno guadagnato rispettivamente la quinta e la sesta posizione.

Charles Leclerc, qualificatosi in Q3 grazie al tempo fatto segnare prima dell’impatto, partirà invece dalla decima posizione con gomma gialla, una mescola che potrebbe permettergli di rimettersi in gioco nel corso della gara.

Classifica e tempi

Segue la classifica dei tempi:

Foto: F1 App

gp azerbaijan qualifiche gp azerbaijan qualifiche

 

Formula E | E-prix Pairigi: vince Frijns, Lotterer nuovo leader in campionato