F1 | GP Bahrain 2019 – Lando Norris: “Tre zone DRS sono tante, non è il modo migliore per avere sorpassi”

Il secondo appuntamento del Mondiale 2019 andrà in scena sotto le luci artificiali del circuito di Sakhir in Bahrain. Il diciannovenne pilota della McLaren Lando Norris arriva dall’Australia dopo una brillante prestazione in qualifica che gli ha consentito di raggiungere la Q3 all’esordio. Meno brillante in gara, rimasto troppo tempo alle spalle di Giovinazzi, ma comunque ottimista per il passo mostrato dalla sua monoposto. conferenza norris bahrain

Foto: McLaren

Il giovane pilota della McLaren Lando Norris è reduce da una brillante prova sulla pista australiana. Dopo un’ottima qualifica che gli ha consentito di raggiungere la Q3 e qualificarsi in ottava posizione all’esordio, il pilota britannico ha concluso la gara in dodicesima posizione nonostante qualche piccola imprecisione dovute per lo più alla sua inesperienza in categoria.

Se mi guardo indietro, valutando come è andato tutto il week end, devo dire che è andato meglio di quanto mi aspettassi alla vigilia” ha esordito Norris nella consueta conferenza del giovedì. “Chiaramente durante il weekend stesso cambiano un po’ le aspettative. Dopo l’ottavo posto in qualifica, che è stato fantastico per essere la mia prima qualifica, ho chiuso al dodicesimo posto in gara che è stata ovviamente una piccola delusione.

Non penso di aver fatto grossi errori, magari una piccola imprecisione in partenza e poi durante la gara. Ma come primo mio weekend, non penso che avrei potuto fare molto di più.

In sala stampa è emerso il dubbio che la nuova McLaren possa essere più performante sul giro secco rispetto al passo gara. Dubbio che il giovane pilota ha subito cercato di mandar via: “Non credo che il nostro passo gara, soprattutto verso la fine della gara stessa, fosse troppo male. Ho perso un paio di posizioni alla curva 1 ed ero in decima posizione.

Il mio passo con le gomme soft è stato piuttosto buono tenendo il passo di chi mi stava davanti. Purtroppo con le gomme medie non sono riuscito a superare Antonio (Giovinazzi, ndr) velocemente quanto gli altri e questo mi ha fatto perdere qualcosa in termini di potenziale. Non penso comunque che il nostro passo gara sia molto peggio rispetto alla qualifica: semplicemente la gara non è andata in modo pulito come la qualifica.

Dodici mesi fa, Lando Norris cominciava la sua scalata verso la Formula 1 con la prima vittoria in Formula 2, campionato nel quale è stato per gran parte protagonista assieme a George Russell (campione in carica): “Mi piacerebbe fare la stessa cosa ma non credo sia un obiettivo molto realistico.

Credo che dobbiamo fare un passo alla volta, è la mia prima volta qui con una Formula 1. Sicuramente sarà diverso, però speriamo di poter ripetere il nostro weekend dell’Australia con una buona qualifica, magari facendo un po’ meglio in gara lavorando su quelle cose che non sono riuscite abbastanza bene nell’ultimo weekend.

La Direzione Gara quest’anno ha deciso di aggiungere una terza zona DRS sul tracciato, decisione che ha subito scatenato le opinioni di tutti all’interno del paddock: “Credo che potrà condizionare letteralmente perchè ci sarà più possibilità di superare ovviamente.

Forse ci potrebbe essere più possibilità nel provare una strategia a due soste rispetto all’Australia. Spero che possa causare una maggiore diversificazione delle strategie da parte dei team e che possa condurre a più azione. E’ sempre bello per un pilota. L’anno scorso non ho guidato qui in Formula 1 quindi non saprei se questo pacchetto aerodinamico sia migliore o peggiore rispetto a quello dello scorso anno: alcuni dicono che è migliore, altri che è uguale se non peggio.

Credo che ci potranno essere dei sorpassi anche perchè il Bahrain come pista ne è sicuramente più favorevole rispetto all’Australia, anche senza zone DRS. Però di questi tempi è comunque difficile superare e il DRS è uno dei pochi metodi che possa portare un po’ di azione. Tre zone DRS sono un po’ tante e sicuramente ci saranno parecchi sorpassi e parecchia azione questo weekend però non è il modo più naturale e il modo migliore per farlo.

F1 | GP Bahrain, Bottas: “Sono cambiato dall’anno scorso”

 

Mariangela Picillo

Studentessa di ingegneria meccanica. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.