F1 | GP Bahrain 2020 – Griglia di partenza, strategie e gomme disponibili per la gara

Visto l’asfalto di granito particolarmente abrasivo a Sakhir e una scelta mescole più morbida rispetto allo scorso anno, una strategia a due soste sembra destinata a essere quella più veloce per affrontare i 57 giri del Gran Premio del Bahrain. Strategie GP Bahrain 2020 griglia di partenza Sakhir

Lewis Hamilton riceve il premio Pirelli per la 98ª Pole Position in carriera – Foto Pirelli

La Pirelli ha simulato e determinato le migliori strategie per la quindicesima gara della stagione. Strategie GP Bahrain 2020

La strategia a due soste più veloce prevede uno stint su Medium (che sarà il primo per la top 10 in griglia), più due stint su Soft. La seconda tattica a due soste vede due stint su Medium e poi Soft per 15 giri.

La strategia a una sosta Medium – Hard è più lenta. Infine, c’è l’alternativa a due soste più lenta: due stint su Medium e uno stint su Hard (probabilmente lo stint centrale). Una tattica a tre soste è da escludere, a causa dei secondi che si perderebbero in pit lane.

Strategia più veloce:
  • 2 Pit Stop: 1 stint con Medium (21 giri) + 1 stint con Soft (18 giri) + 1 stint su Soft (fino al traguardo – 18 giri)
Seconda strategia più veloce:
  • 2 Pit Stop: 1 stint con Medium (21 giri) + 1 stint con Medium (21 giri) + 1 stint su Soft (fino al traguardo – 15 giri)
Altre strategie:
  • 1 Pit Stop: 1 stint con Medium (27 giri) + 1 stint con Hard (fino al traguardo – 30 giri)
  • 2 Pit Stop: 1 stint con Medium (18 giri) + 1 stint su Hard (fino al traguardo – 21 giri) + 1 stint con Medium (18 giri)

 

Griglia di partenza

Griglia di partenza GP Bahrain

 

Gomme nuove/usate disponibili per la gara

Mario Isola, responsabile Pirelli Motorsport, ha commentato il sabato in Bahrain: “Le strategie per la gara sono iniziate già in Q2, con quasi tutti i piloti su pneumatici medium, prima della bandiera rossa a nove minuti dal termine che ha lasciato il tempo per un solo giro lanciato. I primi 10 piloti partiranno tutto su Yellow medium, una scelta che gli consentirà diverse opzioni per il secondo stint. Nelle qualifiche, abbiamo visto che il divario tra soft e medium è molto ravvicinato, tuttavia la medium è più facile da gestire in termini di surriscaldamento al posteriore, motivo per cui è stata scelta in Q2. Hamilton è riuscito a migliorare il precedente record del tracciato ben due volte su due diverse mescole: un dato che conferma il continuo miglioramento delle performance delle Formula 1 attuali. In Formula 2 abbiamo assistito a un’altra gara molto strategica, con numerosi sorpassi che mantengono viva la sfida per titolo”.

 

 

 

Foto e dati: Pirelli

 

F1 | GP Bahrain – Wolff: “Poco gap tra i primi tre, questo è ciò che vedremo nelle ultime gare”

Strategie GP Bahrain griglia di partenza Bahrain Strategie Bahrain

Strategie GP Bahrain 2020

mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.