F1 | GP Bahrain 2021– Velocità Massima Qualifiche: Buona la prima

Dopo il primo assaggio di FP con 1 ora in meno a sessione, le vetture alzano il numero di giri dei loro motori per la prima volta nella stagione 2021. Ecco nel dettaglio la mappa delle velocità di questa giornata di qualifiche del GP del Bahrain. Bahrain 2021 Qualifiche

Bahrain 2021 Qualifiche
Analisi delle velocità di punta registrate durante il GP del Bahrain; Credits: Matteo Quattrocchi x F1inGenerale

Le prime qualifiche della stagione 2021 in Bahrain si sono concluse tra grandi emozioni e piacevoli sorprese. Tanta Red Bull e tanto Max Verstappen, come preannunciato nelle prove libere di ieri e di stamattina. Se c’è un tratto dove la vettura di Milton Keynes si è dimostrata salda e praticamente inavvicinabile, di sicuro è quello misto. Nel tentativo finale è parso ancora più evidente, visto che 307 millesimi dei 388 complessivi rimediati dall’olandese nei confronti di Lewis Hamilton sono stati guadagnati nel settore centrale.

Il bilanciamento della monoposto è sembrato ottimo, sebbene questo sia andato ad influire leggermente sulle velocità di punta. Verstappen infatti, in fondo al rettilineo dei box, ha toccato i 313 km/h. Mercedes è quindi parsa decisamente sottotono, sebbene la SPEED TRAP riveli una certa parità. Bottas ha pagato pochissimo sul dritto nei confronti di Max, con il finlandese che ha viaggiato ai 313 km/h. Hamilton è di poco superiore, con 314 km/h come velocità massima riscontrata.

Chi invece è apparso in forma smagliante è stata l’Alpha Tauri, insieme con il suo pilota di punta Pierre Gasly. Il francese, che ha chiuso le qualifiche in quinta posizione, ha lavorato sodo durante l’inverno, e si è presentato in Bahrain pronto a guidare il team di Faenza verso un 2021 ricco di soddisfazioni. La power-unit Honda ha svolto bene il suo dovere, e Gasly lo ha riscontrato nei suoi 317 km/h sul primo dritto.

Ferrari recupera sul dritto, e lo fa bene con Leclerc nel finale di qualifica. McLaren appare leggermente attardata, mentre stupisce in negativo l’Aston Martin.

Tra gli obiettivi posti come assolutamente da raggiungere nel 2021, Ferrari se ne era fissata uno in particolare lo scorso anno: recuperare cavalli e tornare a competere con Mercedes e Honda nei tratti più veloci. Sembra che, attualmente, il lavoro svolto a Maranello sia buono, sebbene i dati continuino ad evidenziare una inferiorità, seppur ridotta, rispetto ai diretti avversari. 312 km/h per Leclerc, 311km/h per Carlos Sainz, in una sessione dove i due piloti sono apparsi estremamente vicini l’un l’altro.

McLaren ha invece riscontrato qualche difficoltà di adattamento con la nuovissima PU targata Brackley, che ritorna a Woking dopo 7 anni. Daniel Ricciardo ha conquistato la sesta piazza, Lando Norris la settima, e la vettura è parsa nervosa sin da subito. Al fine di sfruttare al massimo il vantaggio del nuovo motore, l’assetto è stato scaricato più della concorrenza. I 315 km/h dell’australiano e i 314 km/h dell’inglese mostrano come sul dritto le due vetture “papaya” riescano ad essere ai giusti livelli, ma nel misto soffrano di un pesante sottosterzo.

Aston Martin invece, sebbene le qualifiche del Bahrain siano l’unico vero riferimento, è la delusione più grande di questo 2021. Con Vettel solo diciottesimo e Stroll che conquista un decimo posto amaro, la scuderia britannica non ha cominciato questo nuovo ciclo nel migliore dei modi. Il canadese ha toccato i 315 km/h, salvando l’immagine del team, mentre Vettel è andato all-in raggiungendo i 323 km/h sul dritto iniziale. Scelta che però ha pagato pochissimo, viste le tremende difficoltà nel tratto centrale della pista di Sakhir.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | GP Bahrain – Cronaca in diretta Prove Libere 3 [ LIVE FP3 ]

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.