F1 | GP Bahrain – Analisi post gara Pirelli

Lewis Hamilton guida la Mercedes verso la vittoria e verso la doppietta, dopo che Charles Leclerc, che partiva dalla pole position, ha avuto dei problemi. Tutti e tre i piloti finiti sul podio hanno usato differenti strategie a due soste, in una gara con alto livello di degrado delle gomme. Pirelli GP Bahrain

Analisi Pirelli GP BAHRAIN

I punti salienti della gara

  • Prima del problema alla monoposto, Charles Leclerc aveva così tanto vantaggio da non aver perso la prima posizione dopo il suo secondo pit stop. Ha anche fatto registrare il giro più veloce.
  • Sebastian Vettel ha concluso quinto nonostante abbia eseguito ben 3 pit stop, l’ultimo in seguito ad un incidente.
  • Ferrari e Mercedes non stavano solamente lottando in pista, ma anche nei pit stop: entrambe le squadre hanno cercato di eseguire un undercut l’una sull’altra in tutti e due i round di pit stop.
  • Nonostante le numerose strategie possibili, tutti i piloti sono partiti sulle soft, tranne Robert Kubica.
  • L’unico pilota a provare la strategia di una sola sosta è stato Daniel Ricciardo, che si è ritirato a pochi giri dalla fine.

Le parole di Mario Isola, responsabile Pirelli F1 e Car Racing

“Come ha detto Lewis Hamilton, Charles Leclerc meritava la vittoria e i problemi da lui avuti dimostrano quanto sia stato imprevedibile il GP del Bahrain, in cui le strategie gomme hanno avuto un ruolo chiave.

Analisi Pirelli GP Bahrain
Strategie pit stop GP Bahrain, Pirelli

Sia Ferrari che Mercedes erano in lotta e cercavano di eseguire gli undercut, ma l’ampio vantaggio di Leclerc ha fatto si che ciò non si verificasse. C’erano così tante strategie fra cui scegliere che solo due team hanno scelto di utilizzare le stesse strategie per entrambi i piloti. Fenomenale è stata la performance di Lando Norris, che ha ottenuto i suoi primi punti per McLaren.”

Pirelli GP Bahrain
Stint più lunghi sulle diverse mescole, Pirelli

 

https://f1ingenerale.com/motogp-gp-argentina-andrea-dovizioso-conclude-terzo-strategia-sbagliata-non-sono-completamente-soddisfatto/

 

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.