F1 | GP Bahrain – Fine del calvario, Haas torna in zona punti con Magnussen: “Fortunati con la Safety Car ma sono felicissimo”

Dopo un 2021 molto difficile la Haas è tornata in zona punti nel GP del Bahrain grazie al quinto posto di Kevin Magnussen.

gp bahrain haas magnussen
Foto: unknown

La Haas, dopo un 2021 più che difficile, è tornata in zona punti nel GP del Bahrain grazie al quinto posto conquistato da Kevin Magnussen. Il pilota danese, dopo l’addio a fine 2020, è stato richiamato da Gunther Steiner solo pochi giorni prima dell’inizio dei test in Bahrain. Dopo quanto successo in Russia, infatti, il Team Principal italo-austriaco era stato costretto a licenziare Nikita Mazepin a causa dei suoi rapporti con Putin.

Magnussen, che non guidava una monoposto di Formula 1 da più di un anno, si è subito dimostrato veloce nei test prima e in qualifica dopo, riuscendo a riportare la Haas in Q3. In gara è stato poi in grado di rimanere aggrappato costantemente alla zona punti e, complici i problemi avuti dalle due Red Bull, ha portato a casa un quinto posto preziosissimo in ottica costruttori.


Leggi anche: F1 | GP Bahrain – Sainz felice e determinato nel team radio: “Bravi tutti. La prossima volta andrà ancora meglio”


Intervistato a fine gara il numero 20 si è detto molto felice per il risultato ottenuto. “Mi sono divertito molto, sono felice. Tornare in zona punti è magnifico. Devo ringraziare il team perché ha fatto un lavoro assurdo”.

“Senza dubbio oggi eravamo la migliore macchina del gruppo centrale. Sono rimasto attaccato alle Mercedes per tutta la gara e direi che è un risultato stupendo. Sicuramente la Safety Car ci ha aiutati nel finale ma il gran lavoro fatto resta”. Magnussen ha poi parlato di quelle che erano le sue aspettative alla vigilia, vista la poca preparazione. “Non riesco ancora a credere all’opportunità che mi è stata data. La P5 è incredibile, davvero. Ero un po’ preoccupato perché credevo che avrei sofferto maggiormente a livello fisico. La verità è che quando sei in certe posizioni trovi delle energie extra che non ti fanno sentire la stanchezza”.

Infine ha concluso commentando quello che si aspetta dalle prossime settimane.Se riuscissimo a finire in settima posizione a Jeddah sarebbe perfetto. Oggi siamo stati fortunati con i problemi avuti da Red Bull. Credo che nelle prossime settimane troverò ancor più confidenza con la vettura ma lo stesso discorso vale per tutti. Diciamo che il primo passo è stato fatto e sono contento”.

Seguici anche su Instagram