F1 | GP Bahrain – Griglia di partenza: Verstappen annienta la concorrenza, Ferrari rialza la testa: Leclerc in seconda fila

Max Verstappen conquista la pole position del primo gran premio della stagione in Bahrain, rifilando quasi 4 decimi a Lewis Hamilton. La Ferrari vede la luce in fondo al tunnel: Charles Leclerc scatterà 4° accanto all’altra Mercedes di Valtteri Bottas. GP Bahrain griglia di partenza.

GP Bahrain griglia di partenza
Foto: twitter Red Bull Racing Honda

Sul circuito del Bahrain si è avuta una delle sessioni di qualifica più emozionante degli ultimi anni. Da tanto tempo ormai non si vedevano distacchi così contenuti fra le vetture. E siamo solo alla prima della stagione. Se questo è solo l’inizio, ci sarà davvero da divertirsi. Il sabato di Sakhir ha dato le prime risposte sulla competitività delle vetture e chi sperava in una maggiore competizione rispetto alle scorse stagioni non è rimasto deluso. GP Bahrain griglia di partenza.

Eppure fino all’ultimo tentativo, la pole position per Lewis Hamilton e la Mercedes sembrava tutt’altro che un miraggio, con il 7 volte campione del mondo che aveva ottenuto un tempo di soli 23 millesimi superiore a quello di Max Verstappen. Ma nell’ultimo tentativo, l’olandese ha dato lo strappo decisivo, rifilando quasi 4 decimi al rivale ed andandosi a prendere la prima pole della stagione.

Hamilton ha comunque confermato, se ancora ce ne fosse bisogno, di essere un grande campione, staccando di 2 decimi il compagno di squadra Valtteri Bottas. Così come la Red Bull ha invece suffragato gli ottimi propositi dei test e di essere in questo momento un gradino sopra la vettura della casa di Stoccarda.

Ma c’è ancora la gara di domani che può nuovamente sovvertire le gerarchie. Delusione invece per Sergio Perez alla prima gara con la scuderia anglo-austriaca. Tentare di passare il taglio del Q2 con le Medium non ha pagato ed il messicano sarà costretto a partire dall’undicesima posizione.

Rialza la testa la Ferrari, dopo un 2020 totalmente da dimenticare. Il secondo e mezzo che le Rosse si presero in qualifica sulla stessa pista solo 4 mesi fa sembra un lontano ricordo. Con un super giro nel Q3, Charles Leclerc ha guadagnato la seconda fila con un distacco di meno di un decimo da Bottas ed a meno di 3 dall’altra Mercedes di Hamilton. Impensabile solo pochi mesi fa.

Dopo un ottimo weekend in cui era stato praticamente alla pari se non addirittura migliore di Leclerc, Carlos Sainz si è perso sul più bello. Proprio nell’ultimo tentativo del Q3, quando il compagno ha piazzato il giro perfetto, lo spagnolo ha commesso un piccolo errore che lo costringerà a partire in ottava posizione. Ma come primo weekend in Rosso, assolutamente non male. In più Sainz è un pilota che si esalta maggiormente in gara rispetto alla qualifica.

La Ferrari è comunque la vettura che ha compiuto i maggiori progressi rispetto al 2021, ma le Rosse domani dovranno guardarsi dal solito ottimo Pierre Gasly che ha iniziato il 2021 sulla scia positiva dei risultati del 2020. Il francese ha condotto l’AlphaTauri in quinta posizione e sarà l’unico, oltre ai soliti primi tre, che prenderà il via con gomme Medium. Ha mostrato sprazzi di talento anche il suo giovanissimo ed esordiente compagno di squadra Yuki Tsunoda. Clamoroso il secondo tempo ottenuto nel Q1, ma nel Q2 paga anche lui il tentativo di passare il taglio con le Medium e partirà così solo tredicesimo.

Buona qualifica anche per le McLaren e soprattutto per Daniel Ricciardo, sesto, che si mette dietro il compagno di squadra Lando Norris, settimo. Chi invece dopo due anni di assenza sembra non aver perso lo smalto dei tempi migliori è Fernando Alonso. Dopo un weekend complicato, il due volte campione del mondo è riuscito a condurre l’Alpine in nona posizione.

E’ andata peggio invece al suo compagno di squadra Esteban Ocon ed a Sebastian Vettel, entrambi costretti ad alzare il piede nel loro giro veloce a causa del testacoda di Nikita Mazepin ed eliminati addirittura nel Q1. Oltre il danno la beffa per il quattro volte campione del mondo: la sua avventura con l’Aston Martin non è certamente iniziata sotto i migliori auspici.

A suggellare i progressi Ferrari sul fronte power unit c’è il salto in avanti compiuto dall’Alfa Romeo: ottimo Antonio Giovinazzi, dodicesimo, che manca di poco l’accesso al Q3. Mick Schumacher sta svolgendo a pieno il proprio compito nel primo weekend in carriera in F1. E’ stato infatti più veloce del compagno di squadra Mazepin in tutte le tre sessioni di libere e si è poi confermato anche in qualifica,;con una Haas che si è finora rivelata la Cenerentola del gruppo.

GP Bahrain – Griglia di Partenza

Credit: F1inGenerale

F1 | GP Bahrain – Analisi velocità qualifiche: Ferrari tornata al top, Red Bull padrona del misto

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari