EditorialiFormula 1Solo su F1inGenerale

F1 | GP Bahrain, i vincitori e gli sconfitti della prima danza del 2024

Max Verstappen, Red Bull e Carlos Sainz i grandi promossi, deludono Mercedes e McLaren, notte fonda in casa Alpine: i vincitori e i vinti del GP del Bahrain 2024

Dopo una lunga attesa durata tre mesi, la stagione 2024 ha preso il via con il tradizionale appuntamento del GP del Bahrain. Come sempre, a Sakhir, arriva il primo reale contatto con le nuove monoposto e con le prime grandi valutazioni da parte di tutti i team. Quanto visto nel deserto conferma lo strapotere di Verstappen, una Ferrari in grande spolvero e la delusione di Mercedes e McLaren.

gp bahrain 2024
Foto: Jacopo M. per F1inGenerale

Vincitori

Max Verstappen

Il tre volte campione del mondo in carica non sorprende più ma questo non gli impedisce di essere comunque uno dei vincitori della giornata. Nonostante qualche difficoltà avuta nei test, il pilota olandese ha dimostrato ancora una volta lo strapotere del suo piede e della sua monoposto.

I 22 secondi rifilati al compagno di squadra Perez confermano ancora una volta un talento smisurato e un matrimonio perfetto con la creatura di Adrian Newey. L’olimpo dei grandi è sempre più vicino per il pilota della Red Bull.

Carlos Sainz

La prima gara da separato in casa non fa paura al pilota spagnolo che si va a prendere anche il titolo di pilota di giornata. Nonostante la Ferrari non l’abbia confermato per il 2025, lui si conferma da solo e ancora una volta dimostra di essere il pilota solido che ha fatto breccia nei cuori dei ferraristi.

gp bahrain 2024
Carlos Sainz porta la Ferrari sul podio in Bahrain – Credits: Jacopo Moretti per F1inGenerale

I tre sorpassi durante la gara sono stati il capolavoro, la gestione della gomma bianca semplicemente l’emblema della sua tecnica. Approfitta dei malumori ai freni della monoposto di Leclerc per prendersi il primo podio stagionale della rossa. Non solo: si mette la Mercedes e la McLaren a più di 20 secondi e dimostra che in Ferrari, forse, la strada intrapresa può essere quella giusta.

Red Bull

Nonostante il team principal Christian Horner continui ad oscillare per vicende esterne alla pista, la scuderia austriaca dimostra ancora una volta del lavoro perfetto svolto a Milton Keynes. Dopo una pausa invernale movimentata dall’inchiesta a Horner, poteva esserci il rischio di avere grandi problemi anche in pista.


Leggi anche: F1 | Perché quanto visto in Bahrain è già una vittoria per la Ferrari


Il terremoto interno, però, viene tenuto alla larga. Horner al muretto si siede comunque anche se non è sorridente come sempre. Ma al posto suo sorride tutta la squadra perché, ancora una volta, la concorrenza può essere sbaragliata.

Sconfitti

Mercedes

Il terzo posto di Russell in qualifica sembrava il simbolo di un ottimo lavoro e di una quadra finalmente ritrovata. Ma, durante la gara, sono emersi tutti i limiti della nuova Mercedes. Il fatto che Russell si sia preso ben 10 secondi da Leclerc con una SF-24 praticamente senza freni non è un grande dato confortante.

gp bahrain 2024
Foto: Mercedes via X

Durante la pausa invernale, Toto Wolff ha spesso parlato di rivoluzione. “Sarà una grande macchina o sarà un grande fiasco“. Dopo una gara è difficile dare giudizi, ma l’avvio delle frecce d’argento sembra essere in salita. Chiedetelo anche al sedile rotto della monoposto di Lewis Hamilton.

McLaren

L’anti Red Bull dicevano. A Sakhir di anti Red Bull si è visto davvero poco. Anche lo scorso anno a Woking non sono partiti nel migliore dei modi, ma viste le premesse di questa stagione, ci si aspettava molto di più. Alla fine Norris è finito a più di 50 secondi da Verstappen dopo aver lottato per il podio lo scorso anno.

Stesso discorso della Mercedes, nessun giudizio affrettato. Ma Andrea Stella avrà sicuramente del grande lavoro da fare.

Alpine

Inesistente. La scuderia francese è in balia delle sue stesse onde. Dopo la gara alcuni dei capi si sono dimessi. In qualifica i due piloti francesi sono finiti ultimi e anche in gara non è andata molto meglio. Il progetto sembra essere completamente errato. Notte fonda.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter