F1 | GP Bahrain – Il venerdì in casa Racing Point, Perez: “Difficile raggiungere la Q3”

Venerdì abbastanza difficile per la Racing Point in Bahrain. Entrambi i piloti della “pantera” rosa sono infatti piuttosto indietro nelle classifiche di ambedue le sessioni.

Racing Point Bahrain
Sergio Perez – Foto: racingpointf1.com

Dopo un gran premio d’Australia che ha visto Lance Stroll arrivare in zona punti, Sergio Perez è chiamato a rispondere nel weekend del Bahrain. Il messicano non si è fatto pregare e già al venerdì si é messo dietro il compagno di squadra in entrambe le sessioni di libere.

Ma la vettura non è sembrata molto a suo agio sul circuito di Sakhir ed occorrerà migliorare il set-up, se i due piloti in qualifica vorranno ambire ad un posto nella Q3.

Stroll è stato anche autore di un testacoda al mattino che gli ha fatto perdere tempo prezioso. Il canadese ha infatti riportato immediatamente la sua monoposto ai box per permettere ai meccanici di svolgere i controlli sulla #18.

Sergio Perez

FP1:       1:32.885               P14         20 giri

FP2:       1:30.716               P14         32 giri

“È stata una giornata impegnativa per iniziare il nostro weekend in Bahrain. Dobbiamo lavorare duramente per trovare qualche decimo durante la notte e migliorare il bilanciamento della vettura, altrimenti sarà molto difficile raggiungere la Q3. Le sessioni che si svolgono al mattino, ossia FP1 e FP3, non sono rilevanti perché le temperature sono molto più alte di quanto ci aspettiamo per le qualifiche e la gara, quindi le opportunità di lavorare sul set-up sono limitate. Oggi abbiamo provato un sacco di cose sulla macchina, il che ci aiuterà a imparare nel lungo termine, e abbiamo raccolto tutte le solite informazioni sugli pneumatici prima della gara.”

Lance Stroll – Foto: racingpointf1.com

Lance Stroll

FP1:       1:33.518               P18         16 giri

FP2:       1:31.129               P17         31 giri

“Non è stato facile oggi. Abbiamo bisogno di rivedere i dati e lavorare duro per capire dove possiamo trovare un po’ più di prestazioni. La prima sessione è stata molto impegnativa con grossi cambiamenti alla macchina, abbiamo provato diverse parti aerodinamiche e abbiamo cercato di capire la direzione migliore per il resto del weekend. Sappiamo che c’è grande battaglia a centro gruppo, quindi dobbiamo trovare un po’ di velocità stasera se vogliamo essere tra i primi dieci domani.”

Analisi novità tecniche F1 – GP Bahrain 2019

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari