F1 | Gp Bahrain – In Williams entrambi i piloti fanno male in qualifica, Aitken: “Sono abbastanza deluso”

Non il migliore dei debutti per Aitken in Bahrain con la Williams: il suo giro – cosìccome quello di Latifi – non ha espresso al meglio il potenziale della vettura e i due scatteranno in 17° e 18° posizione, con Aitken subito dietro al proprio compagno.

Williams Aitken Bahrain

Sebbene Aitken si sia qualificato a pochi millesimi dal proprio compagno, c’era il potenziale per fare meglio. Latifi ha commesso un grave errore all’ultima curva, una sbavatura che è costata parecchio sul proprio tempo sul giro, ma Aitken non ha saputo approfittarne per qualificarsi davanti al suo debutto.

Tuttavia i suoi primi approcci ad un weekend di Formula 1 sono andati complessivamente bene: Jack Aitken è riuscito ad acquisire sempre più confidenza nel corso delle varie sessioni ed oggi in gara avrà la sua chance per avere i riflettori puntati. Sarà un Gran Premio insidioso e le possibilità di dire la propria fioccheranno nel corso degli 87 giri di questo particolarissimo weekend.


Il commento dei piloti

Jack Aitken

Andiamo a leggere come Aitken ha commentato il proprio debutto con la Williams in Bahrain

“L’obbiettivo per me era migliorare ogni volta che salivo in macchina e ci sono riuscito. Sono un po’ deluso che nell’ultimo run non sia andato bene come volevo, ma non mi posso lamentare troppo. Penso che la gestione delle gomme giocherà un ruolo più importante di quanto pensassimo all’inizio del weekend. Con un giro così corto, sarà interessante vedere il modo in cui gestiremo le bandiere blu e quanti pit stop faremo. Io darò il mio meglio in ogni giro, vedremo cosa capiterà in gara.”

Nicholas Latifi

Ero piuttosto felice in generale nel mio ultimo tentativo, ne stava uscendo un ottimo giro. Mi sono detto che non avrei lasciato neanche un millesimo e ci stavo riuscendo, ma purtroppo ho commesso un grave errore nell’ultima curva. Abbiamo fatto alcune modifiche alla macchina ieri per provare a migliorare alcune aree e non sono riuscito a trovare il giusto ritmo nell’ultima curva per tutta la giornata. Sono deluso, non ho messo insieme il mio giro, ce n’era assolutamente di più. 

La gara di domani [oggi, ndr] sarà un’incognita con nessuno che davvero sa cosa aspettarsi. Io spero che la griglia rimanga compatta per poter continuare ad essere competitivi e combattere. Speriamo di avere una buona partenza passare nelle prime curve indenni e capitalizzare ogni opportunità.

Seguici anche su Instagram

MotoGP | Marquez, calvario infinito: rischio osteomielite

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"