F1 | GP Bahrain- Max Verstappen critico: “Avrei preso a calci chi non voleva ripartire”

Max Verstappen innesca la polemica, al termine del Gran Premio del Bahrain, funestato da due incidenti. In particolare, si scaglia contro chi dopo l’incidente di Grosjean ha valutato di non correre. In merito ai tanti replay dissente da ciò che ha dichiarato Daniel Ricciardo.

Verstappen Bahrain
Credits Max Verstappen Facebook

Dopo la conquista del secondo posto nel GP del Bahrain,  Max Verstappen ha lasciato una dichiarazione alquanto polemica nei confronti dei colleghi.

Mentre si attendeva la ripartenza del Gran Premio, sospeso a seguito dell’incidente di Romain Grosjean nel corso del primo giro, c’è chi ha messo in dubbio la propria partecipazione alla gara .

Max Verstappen ha espresso chiaramente il suo pensiero a Motor Sport Week: “Non so perché non avremmo dovuto correre. Se fossi stato io il capo della squadra li avrei cacciati a calci dal sedile [chi non avesse voluto ripartire]”.

Daniel Ricciardo si è scagliato duramente contro la regia internazionale, che, a suo parere, ha mostrato sin troppe volte le immagini dell’incidente di Romain Grosjean.

Verstappen non è d’accordo con l’ex compagno di squadra: “Posso capire che non sia bello, ma quando vedi la persona che salta fuori. A Spa, lì tutto era stato spento. Quando succede una cosa del genere la FIA, la F1 e la squadra tengono aggiornata la famiglia”.


In effetti, non vennero mandati replay dell‘incidente di Spa mentre erano in corso i soccorsi ai piloti feriti. Durante il secondo giro della feature race di F2 ad agosto 2019, avvenne l’incidente in cui perse la vita Anthoine Hubert. L’altro pilota coinvolto, Manuel Correa, riportò gravi feriti, da cui ancora oggi si sta riprendendo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Bahrain- La gara delle Renault- Abiteboul: “Delusi per il risultato”

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.