F1 | GP Bahrain – Prime prove libere per le Mercedes, Shovlin: “Giornata produttiva, ma serve migliorare”

Nel primo venerdì di prove libere del campionato 2021 in Bahrain, la Mercedes porta a casa buoni risultati, in una giornata tutto sommato produttiva, ma con margine di miglioramento.

 

Si conclude oggi il primo venerdì di prove libere del 2021, sul circuito di Sakhir, in Bahrain, dove la Mercedes segna tempi buoni, ma non eccezionali. La prima e la seconda sessione di libere infatti, hanno visto Verstappen in testa seguito da Bottas nella mattina e da Norris nel pomeriggio.

Al termine della giornata la sensazione nei box Mercedes è positiva, ma i due piloti sottolineano comunque la necessità di lavorare ancora molto, soprattutto sulla stabilità.

Lewis Hamilton

“La macchina non era dove volevamo questo fine settimana. Sembra migliorata ma non è ancora perfetta, quindi stiamo lavorando più duramente possibile. Abbiamo ancora una salita da scalare ma restiamo positivi. Pensavamo che la Red Bull sarebbe stata veloce quanto poi si è effettivamente rivelata, quindi sappiamo che sono in testa al momento. La McLaren è in ottima forma ed è bello vederla fare un passo avanti. Sarà interessante vedere come saranno i long-run.

Per quanto riguarda la stabilità, si tratta di avere un’auto più stabile e di essere in grado di far durare le gomme. Sarà fondamentale in questo clima e con il vento che ci sarà.

Domenica è prevista una gara ventosa, ma non cambia molto per noi. La parte posteriore è instabile così com’è, ma sono sicuro che tutti saranno sulla stessa barca, alcuni un po’ di più, altri un po’ di meno. Per le persone a casa che cercano di capire, quando ti avvicini a una curva e il retro si muove, stai cercando di trovare quel punto di svolta. Il punto di svolta era più lontano con più carico aerodinamico sull’auto, ora cade molto più velocemente del normale. La prestazione che abbiamo perso con le gomme quest’anno non aiuta ma stasera continueremo a lavorare e proveremo a trovare un modo”.

Valtteri Bottas

“Innanzitutto, l’auto mi è sembrata migliorata rispetto ai test. Sembrava che non ci fossimo ancora con il bilanciamento della macchina, ma è stata una giornata senza grossi problemi. Penso che la cosa principale per me al momento sia che abbiamo molto lavoro da fare se vogliamo lottare per la pole questo fine settimana.

L’incongruenza nel bilanciamento, soprattutto nella parte posteriore, è stata un’area su cui lavorare dai test e le cose sono migliorate, la macchina si sente meglio ma non è ancora esattamente dove la vorremmo. Abbiamo ancora stasera e domani mattina per cercare di capire e migliorare.

L’ultimo long run che abbiamo fatto è stato piuttosto difficile: non sono riuscito a mettere insieme nessun giro e la macchina a volte mi è sembrata quasi impossibile da guidare. Ma è solo venerdì ed è per questo che ci alleniamo. La McLaren sembrava forte oggi, quindi anche la Red Bull come previsto. Penso che siamo nella parte alta della classifica, non siamo i più veloci ma non siamo neanche troppo lontani dalla vetta. Vedremo domani”.

Andrew Shovlin

Abbiamo avuto una giornata produttiva. La prima sessione è stata un po ‘troppo calda per essere rappresentativa ma è stata comunque utile per testare le modifiche che abbiamo apportato alla vettura dalla scorsa settimana e sembra che abbiamo migliorato il bilanciamento generale. La seconda sessione ha avuto una pista molto più fresca che si adatta meglio alle qualifiche e alla gara, quindi siamo stati in grado di concentrarci su alcune prove sul giro singolo e sui long run alla fine. Abbiamo ancora un bel po ‘di lavoro da fare, soprattutto sui lunghi percorsi in cui non siamo sembrati forti. Abbiamo bisogno di più ritmo e di un migliore degrado per essere competitivi, ma entrambi i problemi sono legati alla stessa causa, quindi speriamo di poter fare dei progressi dall’oggi al domani.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | Due membri del team Aston Martin positivi al Covid-19

Desirée Palombelli

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.