F1 | GP Bahrain – Seidl : “Dobbiamo ringraziare chi negli anni ha migliorato la sicurezza e coloro che hanno aiutato Romain”

Nel corso di una conferenza stampa, al termine del GP del Bahrain, Andreas Seidl, team principal della McLaren ha parlato del terribile incidente accaduto a Romain Grosjean e del tema sicurezza. Se da un lato, infatti, negli ultimi anni sono stati fatti passi da gigante in questo ambito, dall’altro alcuni errori, che potrebbero costare la vita a piloti e marshall, andrebbero sicuramente evitati…

GP Bahrain Andreas Seidl
Andreas Seidl, Team Principal, McLaren

“Dobbiamo ringraziare i marshall e tutti quelli che hanno soccorso Romain per il grandissimo lavoro che hanno fatto” così Andreas Seidl si è espresso nella conferenza al termine del GP del Bahrain, a cui F1inGenerale ha avuto il piacere di partecipare.

Conferenza, avvenuta al termine di un GP che ha lasciato i brividi a tutti dopo il terribile incidente, avvenuto pochi giri dopo il via, a Roman Grosjean. Il pilota franco-svizzero, infatti, dopo aver perso il controllo della vettura si è schiantato contro le protezioni.

A quel punto la scena è stata terrificante. La monoposto, oramai spezzata in due, ha preso fuoco intrappolando per alcuni secondi il trentaquattrenne in una gabbia di fiamme e lamiere. Un incubo, per fortuna finito bene, con un pilota che, nonostante le ustioni, è riuscito ad uscire da solo dai rottami della monoposto.

Le parole di Seidl

“Credo che dobbiamo ringraziare di questo tutti coloro che si sono impegnati ed hanno lavorato per raggiungere il livello attuale di sicurezza. Penso sia fondamentale continuare così per migliorare ulteriormente le monoposto”

“Ovviamente non possiamo non ringraziare chi è stato coinvolto in prima persona oggi, come i marshall per esempio, per avere fatto un lavoro fantastico” ha spiegato il tedesco che ha poi raccontato i momenti precedenti al secondo start.

“Entrambi i piloti McLaren essendo persone diverse hanno anche modi diversi di reagire davanti a scene del genere. Prima di farli ripartire, dunque, mi sono semplicemente assicurato che stessero bene e che fossero pronti psicologicamente per ricominciare la gara. Ogni volta che un pilota corre sa di dover affrontare dei rischi. Il motorsport non può essere sicuro al 100%” ha rivelato il team principal dello storico team che ha affrontato, in seguito, l’argomento sicurezza.


Ancora una volta, infatti, ieri un marshall ha attraversato la pista, mettendo in serio pericolo la sua vita e quella di Lando Norris, che si trovava poco dietro. Una scena scioccante, che mostra quanta strada ci sia ancora da fare per rendere lo sport motoristico più sicuro, evitando errori che potrebbero distruggere delle vite.

“Quello che è successo ovviamente dovrebbe essere evitato. Credo, dunque, che sia opportuno analizzare bene l’accaduto per poter migliorare la sicurezza in pista” ha concluso Seidl.

Seguici su Telegram, Facebook, Instagram, Twitter.

F1 | Grosjean non correrà questo weekend in Bahrain: lo sostituirà Fittipaldi