F1 | GP Bahrain – Sintesi FP1: Russell comanda le prime libere di Sakhir davanti alle Red Bull, Bottas P4

Nelle FP1 del secondo GP in Bahrain è George Russell a guardare tutti dall’alto. Dietro di lui le Red Bull. Bottas quarto davanti alle AlphaTauri, Ferrari nel Q3 virtuale.

fp1 gp bahrain

Cala il tramonto in Bahrain e le FP1 del GP di Sakhir iniziano sotto un cielo sereno. La temperatura dell’aria si aggira sui 26 gradi centigradi, l’asfalto non supera i 30°C.

Al via i primi 90 minuti di prove libere in quel di Manama, nel weekend che vedrà Fittipaldi e Aitken esordire in una gara di F1. A 5 minuti dall’inizio della sessione la maggior parte dei piloti è ancora ai box, alcuni hanno invece effettuato un installation lap.

Viene esposta per qualche istante la Virtual Safety Car, tramutata subito in bandiera verde. Il primo a segnare un tempo sul tabellone è Carlos Sainz, che ha prima girato in 1:05, per poi abbassare il proprio riferimento in 0:56.631 su gomma hard.

Lo spagnolo è subito seguito dal compagno Lando Norris in 0:57.083, che dopo qualche minuto riduce il gap dal compagno a due decimi, in 0:56.898.

I primi approcci di Russell con la Mercedes si chiudono con un giro in 57.0, che lo pongono alle spalle di Ricciardo, Raikkonen, Sainz, Norris e Giovinazzi.

Intanto, a 20 minuti dalla bandiera verde, Vettel si mette in P2 a sei decimi da Ricciardo, in 0:56.529. Leclerc a due decimi dal compagno in P3. Arriva poi Bottas che mette tutti in riga, 0:55.1 per il finlandese che mette 7 decimi tra lui ed il secondo.

Nel frattempo arrivano le due AlphaTauri che si portano in P3 con Kvyat e P4 con Gasly. Russell gira ad un secondo dal compagno, è quinto.

A 65 minuti dal termine completa il primo giro anche Verstappen, quasi a mezzo secondo dalla Mercedes di Bottas. Intanto nel settore centrale Leclerc scoda e perde la traiettoria ideale correggendo la vettura sulla ghiaia.

Ad un’ora dal termine Verstappen si porta a due decimi da Bottas.

A 50 minuti dalla bandiera a scacchi la classifica recita: Bottas davanti a Verstappen, Albon, Ricciardo, Kvyat, Ocon, Russell, Gasly, Leclerc, Perez e Vettel, questi i primi undici. Aitken e Fittipaldi nelle ultime due posizioni.

Seconda metà di sessione

La seconda parte delle FP1 in Bahrain si apre con una sostanziale calma in pista. Nessun pilota è fuori dai box.

A 40 dal termine torna l’attività in pista. Fittipaldi si migliora e si mette sui tempi di Magnussen. Norris e Sainz, su gomma soft, si portano rispettivamente in ottava e sesta piazza.


A 35 dalla fine, George Russell si mette al comando della sessione su gomme soft, migliorando di un decimo il precedente tempo di Bottas. Gasly in P3 a due decimi da Russell.

Torna in pista anche Bottas con soft nuova: trova traffico e si rilancia. Il finnico trova ancora difficoltà, va lungo e non riesce a migliorarsi. Intanto Vettel si mette in settima, Leclerc in nona, entrambi dietro ad un Renault.

A mezz’ora dalla bandiera a scacchi Max Verstappen è il primo a scendere sotto i 55 secondi: 0:54.848, è ora lui il leader delle FP1. L’olandese è seguito da Kvyat in P2, che ha sopravanzato Russell.

25 minuti alla fine: Bottas si mette all’inseguimento di Verstappen, seconda posizione per lui, a soli 20 millesimi dalla Red Bull. Arriva però immediatamente Albon, che si porta in testa!

Albon primo in 0:54.811, Verstappen a 37 millesimi, Bottas a 57 millesimi.

George Russell si porta in prima posizione in 0:54.546, con un distacco di 176 millesimi su Verstappen, che nel frattempo si è messo davanti ad Albon.

Dopo una seconda parte conclusasi con lavori sul passo gara è George Russell a chiude le FP1 di Sakhir in prima posizione davanti alle Red Bull. Bottas, quarto e non aiutato da errori e traffico, precede le ottime AlphaTauri; Ferrari in Top 10.

Immagine

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Simone Resta lascia la Ferrari per la Haas dal 2021

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.