F1 | GP Bahrain – Sintesi FP2: Verstappen rimane al comando, Sainz sorprende

Si chiudono anche le FP2 a Sakhir: nella serata di Manama, il più veloce rimane Max Verstappen, davanti a Lando Norris e Lewis Hamilton. Carlos Sainz stupisce in quarta posizione.

FP2 GP Bahrain

Prima mezz’ora FP2 GP Bahrain

La pista presenta 20 gradi in meno sull’asfalto rispetto alla mattinata, e un vento di circa 20 km/h che si abbatte violentemente su curva 6 e 7. Le FP2 del GP del Bahrain hanno inizio, e subito tutti i piloti scendono in pista per andare all’attacco del tempo. Nessuno opta per le soft, preferendo medie e hard. Leclerc segna il miglior tempo, subito sopravanzato da Gasly, Verstappen e Hamilton. Il Campione del Mondo vede però cancellato il suo tempo per i limiti di pista in curva 4. Sainz e Pérez convincono, mettendosi rispettivamente davanti e poco distante dai loro compagni di squadra. Le Mercedes poi suonano la campana, con il britannico in prima posizione e Bottas subito dietro a 242 millesimi di distacco.

Il primo a dare il via al valzer dei giri con gomma rossa è Russell, che si mette in ottava posizione. Da lì in poi, sembra di essere in qualifica: Tsunoda è secondo davanti al compagno Gasly, poi Sainz strappa il miglior crono, davanti di mezzo secondo a Leclerc. Risponde Hamilton, che migliora solo di 45 millesimi il tempo dello spagnolo. Bottas è terzo, mentre continuano a martellare Verstappen e Norris. Rispettivamente, si guadagnano prima e seconda posizione, separati da 95 millesimi.

Seconda mezz’ora

Secondo quanto dichiarato da Mario Isola, il gap tra la hard e la media è di circa 4 decimi, mentre di 9 è quello tra media e soft. Successivamente, di nuovo pista piena per la seconda metà delle prove libere. Stavolta inizia la simulazione passo gara, e una cosa appare chiara: il degrado sul posteriore è evidente su ogni monoposto. Hamilton e Verstappen girano sugli stessi tempi, entrambi con gomma gialla. Fatica invece Bottas, mezzo secondo più lento del compagno, mentre Sainz, anche lui con media, gira sul 38 basso.

Leclerc non trova feeling e gira sul 39. Giovinazzi sembra trovarsi a suo agio con la gomma più dura, infilando giri molto costanti. Anche Sergio Pérez non sembra poter tenere testa al 23enne olandese, girando a mezzo secondo dai tempi del compagno. L’Alpha Tauri, specialmente con Pierre Gasly, sembrano trovarsi a proprio agio sulla pista di Sakhir, come già evidenziato nei tre giorni di test. Le scarse prestazioni di Bottas vengono messe ancora più in luce da un team radio dello stesso finlandese, che dichiara come la W12 sia, attualmente, inguidabile.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Bahrain – Sintesi FP1: Verstappen il più veloce, Norris sorprende 3°, Leclerc 5°

Simone Casadei

I sogni bisogna inseguirli da giovani. Quella che ora è solo pura passione, cercherò di trasformarla al più presto nella mia vita, nel mio lavoro.