F1 | GP Bahrain – Williams, Latifi ritirato per problemi alla Power Unit Mercedes

Un Gran Premio dolce-amaro quello del Bahrain per Williams, che vede solo Russell terminare la gara. Il britannico si aggiudica il 14esimo posto, mente Latifi costretto al ritiro per problemi alla Power Unit Mercedes.

Gran Premio Bahrain Williams
Latifi in azione – credits: Williams Racing

In Williams possono certamente dirsi soddisfatti del risultato del pupillo Russell che termina il Gran Premio del Bahrain in 14 esima posizione. Male invece Latifi, costretto a lasciare la gara per problemi.

Dave Robson, capo delle prestazioni del veicolo: “Oggi abbiamo avuto un giorno particolare, con George che ha mostrato buona velocità per finire in P14, dietro Ocon; tutto il lavoro, iniziato nel corso del test due settimane fa è stato ripagato. Purtroppo, la corsa di Nicholas è risultata molto difficile all’inizio, quando una sospetta perdita di potenza della power unit gli è costata l’intera gara. Non riusciva a stare dietro a Schumacher e abbiamo deciso di ritirarlo dalla gara.”

Leggi anche: F1 | GP Bahrain, amara seconda posizione per Verstappen: “Non so bene cosa sia successo” [VIDEO]

Robson, comunque, si rivela molto fiducioso di questa FW43B. Per lui ci sono ampi margini di miglioramento che potranno essere già notati nel prossimo Gran Premio, quello di Imola.

Altri problemi per le Power Unit Mercedes?

Nicholas Latifi: “Ero piacevolmente sorpreso di come stava rispondendo la monoposto durante la gara.”

A proposito del ritiro, Latifi si è così espresso. “Sentivo alcune oscillazioni nella power unit. Sembra che abbiamo avuto una sospetta perdita di potenza ed è per questo motivo che alla fine abbiamo dovuto ritirarci. Abbiamo cercato di restare fuori per il più a lungo possibile. Alla fine, però, era come se stessimo girando a vuoto, era inutile continuare a stare in pista. Non è così che vuoi che vada la prima gara, ma questo è solo questione di risposta della Power Unit.”

In Williams, nonostante il problema alla Power Unit, si sentono comunque tranquilli e soddisfatti del passo in avanti fatto dalla loro monoposto. La pressione, invece, potrebbe sentirsi in casa Mercedes che sia durante i test invernali, sia durante questo weekend ha dovuto affrontare continui problemi al motore. Ma questo problema non riguarda solo la casa madre, ma anche tutte le scuderie clienti. Come si è potuto notare, in Williams, ma anche in Aston Martin, la Power Unit sembra essere meno potente rispetto a come ci aveva abituato la Mercedes. Rispetto a Ferrari e ai team clienti come Alfa Romeo che hanno visibilmente avuto uno slancio di potenza maggiore con la nuova Power Unit, questo non è accaduto con i motorizzati Mercedes. I giorni che ci separano dal fine settimana di Imola sono molto lunghi e questo porterà sicuramente del gran lavoro in queste scuderie per risolvere i loro problemi rapidamente.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.