F1 | GP Baku – Ala posteriore Red Bull flette come Mercedes

Nelle FP2 del GP di Baku non potevano che finire sotto la lente di ingrandimento le ali, in particolare l’ala posteriore Red Bull sembra flettersi come Mercedes.

Confronto GP Baku ala posteriore
Confronto ala posteriore Mercedes e Red Bull – Credits: Sky

Red Bull adesso sembra regolare

Il circuito cittadino di Baku presenta un rettilineo lungo 2.2 chilometri, territorio ideale per sfruttare la flessibilità dell’ala. Non a caso, Toto Wolff ha chiesto che si mettessero in vigore i nuovi test di rigidezza previsti dal prossimo GP già da questo weekend. Però, a sorpresa, il confronto tra le specifiche utilizzate nelle FP2 di Baku, mostra l’ala posteriore Red Bull flettersi all’incirca come quella Mercedes. La sensazione è, quindi, che Red Bull abbia reso le sue ali più rigide a partire già da questo weekend. Nella giornata di giovedì, sono stati applicati degli adesivi sulle ali posteriori dei team in modo da identificare quali flettano di più. Indipendentemente dai risultati che la FIA otterrà con questi adesivi, il weekend di Baku aprirà ad un’altra possibile lotta regolamentare, stavolta riguardante le ali anteriori.

Leggi anche: F1 | Analisi, confronti e importanza delle ali posteriori flessibili

Ala posteriore RB vs. MB in Spagna
GP Spagna ali posteriori – Credits: Sky

Red Bull, che differenza!

Abbiamo visto come nel GP di Spagna la differenza nella flessione tra le ali posteriori Red Bull e Mercedes fosse molto pronunciata, tanto da spingere il team capitanato da Toto Wolff ad iniziare una vera e propria guerra regolamentare. Dal canto suo, Red Bull sembra essersi già preparata a quelli che saranno i nuovi test statici. In particolare essi limitano la rotazione dell’ala posteriore a solo un grado dall’asse centrale per 750N applicati puntualmente. Inoltre, sarà concesso un solo grado di rotazione per un carico verticale di 1000N. Perciò si affronterà un cambiamento importante, ma la Red Bull sembra aver già imboccato la strada giusta. Se dovessero confermare i risultati ottenuti nelle FP2 anche in qualifica, allora il grande argomento regolamentare che ha caratterizzato la Formula 1 nell’ultimo mese potrebbe chiudersi molto presto.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter