F1 | GP Baku – Gasly: “Riesco a spingere al limite, ma possiamo fare meglio”

Venerdì di prove libere soddisfacente a Baku per Pierre Gasly che ha sensazioni positive. Leggermente meno contento Yuki Tsunoda che però cresce giro dopo giro.

Baku Gasly
Foto: Scuderia AlphaTauri

AlphaTauri in ottima forma sulla pista di Baku, in particolare con Pierre Gasly. Qualche difficoltà in più invece per Yuki Tsunoda. Il team italiano conferma le ottime prestazioni viste a Monaco con il pilota francese.

Nella sessione mattutina Gasly ha completato 23 giri segnando il sesto tempo, mentre in quella pomeridiana ne ha effettuati 26 il cui migliore gli è valso la quinta posizione in simulazione qualifica.

Evidente la soddisfazione dell’ex Red Bull nelle sue dichiarazioni dopo le due sessioni di libere: “È stato un venerdì davvero positivo per noi con un sesto posto stamattina e un quinto oggi pomeriggio: al momento, mi sento davvero a mio agio in macchina. Riesco ad essere abbastanza aggressivo e spingere al limite, anche se oggi l’ho superato in un paio d’occasioni. Solo così però possiamo tirare fuori il massimo dalla vettura. Sono abbastanza soddisfatto finora, soprattutto perché abbiamo fatto il tempo senza sfruttare alcuna scia, quindi probabilmente potremo fare ancora meglio domani”.

Per Tsunoda invece quello odierno è stato il suo debutto assoluto sul tracciato azero. Sia nella prima che nella sessione ha completato 25 tornate. Nella prima sessione si è classificato quattordicesimo con diversi lunghi, mentre nella seconda è salito in decima piazza. Il giapponese sta prendendo però giro dopo giro confidenza con il tracciato di Baku e sarà della partita per l’accesso in Q3 al sabato e per la zona punti in gara.

Ecco le sensazioni del rookie al termine della giornata di venerdì: “Qui è abbastanza simile a Monaco: devi trovare il ritmo e la fiducia, soprattutto in staccata, poiché la maggior parte delle curve qui richiede una forte frenata. Sono andato un paio di volte nelle vie di fuga, ma è stato un buon modo di cercare il limite e fortunatamente non sono andato contro le barriere! Stamattina ho faticato un po’, ma le cose sono andate meglio nella seconda sessione di libere. Ci sono ancora delle aree su cui devo lavorare, ma questo fine settimana il ritmo c’è e dobbiamo solo mettere tutto insieme per domani”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Russell: “Non ho lottato per giocarmi il 15° posto, sono qui per vincere”

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.