F1 | GP Baku, Vettel secondo: “Abbiamo fatto qualcosa di grandioso, sono al settimo cielo!”

Dopo 203 giorni dall’ultima volta, nel pomeriggio del Gran Premio di Baku, torna sul podio Sebastian Vettel conquistando il secondo posto alle spalle di Sergio Perez.

Baku secondo Vettel
Sebastian Vettel via Twitter

Era il 15 novembre 2020 quando, in quel di Istanbul, alla guida della Scuderia Ferrari, il pilota tedesco conquistava il suo ultimo podio. Oggi, dopo 203 giorni, nel pomeriggio del Gran Premio di Baku costellato dai colpi di scena, Sebastian Vettel torna sul podio conquistando un grandioso secondo posto alle spalle di Sergio Perez.

Un Gran Premio che sembrava vedere il quattro volte campione del mondo fuori dalle prime tre posizioni fino al clamoroso colpo di scena al 46° giro che ha visto Max Verstappen andare a muro e perdere la testa della gara. Safety car e 3° posizione guadagnata fino al momento della ripartenza in griglia. Ripartenza che non ha risparmiato Lewis Hamilton, lungo al via, e ha regalato il secondo posto al pilota Aston Martin.

Ai microfoni della Formula 1, ha commentato così la sua giornata: Significa tantissimo sia per me che per il team. È stato un inizio difficile per noi, ma è stata una gran gara nella quale abbiamo avuto un buon passo e questa è stata la chiave. Siamo partiti bene, abbiamo recuperato qualche posizione fin dall’inizio e poi ho gestito le gomme.” ha dichiarato.

“Quando tutti gli altri sono rientrati, avevo un bel passo per poter fare l’overcut. Dopo la ripartenza è andato tutto bene per me, avevamo gomme più fresche e ho recuperato altre posizioni. È una grande giornata, sono al settimo cielo e per il team è grandioso. Per un podio c’è voluto un po’ di tempo e anche se venerdì eravamo abbastanza indietro, ero abbastanza tranquillo. Ieri non siamo riusciti a fare qualcosa di grande, ma oggi si.”

Leggi anche: F1 | GP Baku – Sintesi gara: Perez vince una gara pazza. Ritiro di Verstappen, Hamilton 15°.

“Sicuramente è meglio partire più avanti” – riferimento all’impossibilità di fare un ultimo tentativo in Q3 e di conseguenza, alla partenza in 11° posizione – “Avere la gomma nuova mi aiutato a livello di strategia, perché gli altri avevano due giri in più dalle qualifiche e questo ci ha aiutati ad andare più lunghi. Abbiamo gestito molto bene le gomme e questo è stato il segreto, oltre al passo che avevamo. La macchina era settata alla perfezione per la gara e questa è stata la chiave per continuare a rimontare.” ha concluso il #5.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Sara Cigagna

Classe 2001, studentessa di Linguaggi dei Media presso l'Università Cattolica di Milano e aspirante giornalista innamorata della F1.