F1 | GP Belgio: Analisi simulazione qualifica e passo gara

Ferrari e Mercedes completamente alla pari tra le Ardenne, Red Bull insegue da vicino. Passo Gara Belgio

Passo Gara Belgio
Foto: formula1.com – S.Vettel (Ferrari n.5)

Al termine delle due prove libere del Venerdì, la Ferrari ha conquistato il miglior tempo in entrambe le sessioni con Sebastian Vettel (FP1) e Kimi Raikkonen (FP2). Le Ferrari si sono confermate competitive fin da subito, ma le due Mercedes di Hamilton e Bottas non sono distanti; il team tedesco ha accusato un lieve distacco in qualifica ma sul passo gara ha pareggiato la prestazione della Ferrari su gomma Soft. Raikkonen e Vettel hanno provato durante la prima sessione di prove libere due configurazioni di ala posteriore; Raikkonen ha provato un’ala ad alto carico, cosiddetta “a cucchiaio”, mentre Vettel ha provato un’ala a basso carico, forse per prepararsi in vista della gara di Monza. Questa comparativa fatta da Ferrari fa capire quanto sia difficile e complicato trovare il giusto compromesso nel setup per questa pista. La Red Bull ha inseguito da molto vicino le prime due vetture, ma non è riuscita ad impensierirle nonostante un ottimo passo gara; la sensazione è che entrambi i piloti Red Bull abbiano scelto un setup molto più scarico che li consente di ottenere delle elevate velocità di punta perdendo molto però nel settore centrale.

Foto: formula1.com – L.Hamilton (Mercedes n.44)

Simulazione qualifica

Nella simulazione qualifica la più veloce è stata la Ferrari con Kimi Raikkonen, come al solito il pilota finlandese si trova a proprio agio su questa pista a differenza di Sebastian Vettel che ha commesso un piccolo errore durante il suo giro. Lewis Hamilton con la Mercedes non ha accusato un grande distacco da Raikkonen, confermando quanto siano vicine Mercedes e Ferrari. La Red Bull di Max Verstappen insegue a distanza le prime due, la Red Bull sembra essere leggermente in difficoltà su questa pista. Molto bene la Force India o Racing Point (?), Perez e Ocon se la sono vista brutta ma ora sono sicuri di poter quanto meno terminare questa stagione cercando di ottenere il miglior risultato possibile, anche per rimediare a tutti i punti persi. Stupisce in positivo la Sauber di Ericsson, che è riuscito a battere il proprio compagno di squadra e le due Haas.

Di seguito la classifica dei tempi combinati del venerdì:

1) Ferrari (Kimi Raikkonen) 1:43.355s

2) Mercedes (Lewis Hamilton) 1:43.523s +0.168s

3) Red Bull (Max Verstappen) 1:44.046s +0.691s

4) Force India (Sergio Perez) 1:44.662s +1.307s

5) Renault (Carlos Sainz) 1:45.481s +2.126s

6) Sauber (Marcus Ericsson) 1:45.537s +2.182s

7) Haas (Romain Grosjean) 1:45.817s +2.462s

8) Toro Rosso (Pierre Gasly) 1:46.080s +2.725s

9) McLaren (Fernando Alonso) 1:46.153s +2.798s

10) Williams (Sergey Sirotkin) 1:46.451s +3.096s

Foto: formula1.com – R.Grosjean (Haas n.8)

Passo gara (approfondimento)

Nella simulazione di passo gara vediamo un equilibrio totale tra Mercedes e Ferrari soprattutto con le gomme Soft; alle spalle segue la Red Bull che rispetto alla simulazione qualifica accusa un distacco ben più ridotto. La Renault si conferma la quarta forza battendo di pochissimo la Force India, il team francese non era riuscito a fare una buona simulazione qualifica ma nel passo gara ha confermato di avere un ottimo ritmo, quasi a ridosso dei migliori.

Di seguito la classifica del passo gara:

1) Ferrari -/+

1) Mercedes -/+

3) Red Bull +0.2s

4) Renault +0.7s

5) Force India +0.9s

6) Toro Rosso +1.6s

6) Sauber +1.6s

8) Haas +1.7s

9) McLaren +2.0s

10) Williams +2.1s

Foto: formula1.com – S.Vandoorne (McLaren n.2)

Per il resto del weekend è da tenere sotto controllo l’evoluzione meteo, aspetto fondamentale su questa lunga pista; nella giornata di domani sono previsti diversi scrosci di pioggia mentre per domenica le previsioni danno cielo sereno ma con temperature molto basse. Mario Isola ha confermato che la strategia sarà quasi sicuramente su un’unica sosta, mentre sarà molto difficile un passaggio del taglio in Q2 con gomma Soft.

Il Monitor dei Tempi – GP Belgio 2018 [FP2] – Vettel veloce e costante, gli altri sembrano lontani ma vicini tra loro.

 

F1 | GP Belgio: Analisi simulazione qualifica e passo gara
Lascia un voto