F1 | GP Belgio – Domenicali boccia la proposta di Hamilton di rimborsare i tifosi: “Si è trattato di condizioni sfortunate”

Stefano Domenicali ha bocciato la proposta di Lewis Hamilton di rimborsare i tifosi presenti sugli spalti, che hanno atteso per ben tre ore che il GP del Belgio si disputasse. La criticità delle condizioni meteo era però nota sin dall’inizio.

Spalti, GP Belgio. Fonte: Twitter F1.

Il GP del Belgio sta facendo tanto discutere e la richiesta di Lewis Hamilton di rimborsare i tifosi – prontamente bocciata da Domenicali – ne è solo un piccolo tassello.

A causa della pioggia battente, i piloti sono riusciti a completare soltanto due giri dietro Safety Car.

La cosa che ha suscitato stupore è che i commissari, ben consci delle condizioni meteo, hanno dato il via libera ai team soltanto alle 18:17. Il che significa che i tifosi hanno dovuto aspettare per ben tre ore e venti circa al freddo.

Hanno atteso così tanto però per il nulla: le monoposto sono scese in pista per pochissimi minuti, quanto bastava per assegnare i punti.

Senza peli sulla lingua, Hamilton ha definito gli avvenimenti di oggi “una farsa”.

“Gli unici ad averci rimesso e ad aver perso sono i tifosi che hanno pagato molti soldi per vederci correre. Abbiamo mezzi sofisticati per sapere cosa accade e oggi era chiaro che il tempo non sarebbe migliorato” ha dichiarato l’inglese.

La risposta di Stefano Domenicali

L’accusa di Hamilton non ha scalfito i piani alti.

Senza alcuna esitazione, Stefano Domenicali ha bocciato la richiesta del pilota Mercedes circa un eventuale rimborso.

“Si può pagare il biglietto e poi succede ciò che deve succedere. Sfortunatamente, non controlliamo il tempo. Che ci siano stati solo due giri o nessuno, la spesa per organizzare l’evento c’è stata.

Secondo Domenicali, è stato fatto il possibile affinché la gara si disputasse: Si è trattato di condizioni sfortunate, come ho già detto.

Era necessario dare priorità alla sicurezza di tutti. Il primo a essere deluso sono io, amo correre, ma ci sono circostanze che non si possono ignorare”.

L’amministratore delegato ha lasciato intendere che ci sarà una sorta di ricompensa per i tifosi che hanno aspettato invano che il Gran Premio avesse luogo: “Gli organizzatori dell’evento, insieme a noi, considereranno la dedizione che i fans hanno mostrato oggi. Questo è sicuro”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Per motivi di sicurezza diversi piloti approverebbero le modiche alle vie di fuga dell’Eau Rouge