F1 | GP Belgio – Haas, Schumacher: “Non si vedeva niente”

I piloti della Haas Mick Schumacher e Nikita Mazepin spiegano il loro punto di vista sul GP (fantasma) del Belgio, vinto da Max Verstappen.

Foto: haasf1team.com

La domenica del GP del Belgio della Haas (e di tutta la griglia) non lascia spazio a discussioni dal punto di vista agonistico. Entrambi i piloti della squadra americana hanno beneficiato di una penalità commutata a Lance Stroll, guadagnando una posizione rispetto alle qualifiche di sabato.


Leggi anche: F1 | GP Belgio – Incredibile vittoria assegnata a Verstappen con metà punteggio


Le parole di Mick

Di poche parole il tedesco: “Da un lato è stato molto frustrante il fatto di aver atteso così tanto la gara di oggi e poi non essere stati in grado di correre“.

La sua delusione è anche per i fan: “Dall’altro, i fan sono stati là fuori per così tanto tempo aspettando che la gara partisse. Dovevano essere gelati ma sono rimasti là fuori, quindi grazie mille e mi dispiace che non siamo riusciti a mostrare ciò che dovevamo mostrare“.

La visibilità era la preoccupazione principale in quanto non riuscivamo a vedere nulla. Avremo più opportunità in futuro“.

Le parole di Nikita

Più riflessivo il russo: “Avrebbe potuto andare in molti modi diversi oggi. Quando c’è così tanta acqua in pista, la visibilità, almeno da dove partivo, era quasi assente. Non stavamo andando così forte dietro la Safety Car, ma non potevi essere sicuro di dove fosse la macchina davanti a te, dovevo solo cercare di mantenere sempre le distanze prima che l’acqua si nebulizzasse“.

Anche Nikita manifesta il suo sostegno al pubblico presente in pista: “Non è stato il giorno migliore per noi, ma immagino che per i tifosi sia stato ancora più difficile. Ho visto che alcuni di loro non avevano nemmeno gli ombrelli. Con l’acqua caduta oggi devono essere fradici, ma grazie a tutti coloro che sono rimasti“.

Lo sguardo è già rivolto alle prossime gare: “La mia gara in Ungheria è finita molto presto, così come quella di tutti oggi, ma almeno questa volta siamo nel bel mezzo di una tripletta con Zandvoort e Monza che stanno per arrivare. Spero in delle buone gare“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter