F1 | GP Belgio – Le qualifiche della Racing Point, Perez: “Soddisfatto, ma sarei voluto partire più avanti”

I miglioramenti apportati alla vettura hanno permesso a Sergio di qualificarsi per il Q3. Lance Stroll partirà dalla penultima fila per la sostituzione di alcuni elementi della power unit. Racing Point GP Belgio qualifiche

Racing Point GP Belgio qualifiche
Sergio Perez – Foto: racingpointf1.com

Il weekend di Spa è stato fino adesso positivo per la Racing Point. Gli aggiornamenti apportati alla vettura e l’introduzione dell’ultima specifica della power unit Mercedes ha permesso al team di Silverstone di fare un bel balzo in avanti. Nelle prove libere, la “pantera” rosa è stata la quarta forza in campo. Racing Point GP Belgio qualifiche

Ma il venerdì di Sergio Perez si è concluso nel peggiore dei modi, con la power unit fumante e con il messicano costretto a parcheggiare la vettura a bordo pista. I meccanici gli hanno così rimontato la power unit più vecchia.

Ciò non gli ha comunque impedito a Perez di entrare nella top ten nelle qualifiche, a dimostrare che i miglioramenti sulla vettura ci sono. Ma nella lotta a centrogruppo, l’alfiere della Racing Point non è riuscito a mettersi dietro le due Renault e l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen. Cosa che sarebbe stata possibile con la nuova power unit.

Per la penalità inflitta alle Renault, il messicano ha comunque guadagnato due posizioni sulla griglia e scatterà così dalla settima piazza.

Lance Stroll sapeva sin dall’inizio del weekend che l’introduzione delle nuove componenti lo avrebbero costretto a partire dal fondo della griglia. Il figlio del proprietario del team è riuscito a qualificarsi per la seconda sessione di qualifica. Ma in Q2 ha deciso di effettuare un solo tentativo, in modo da non entrare in Q3 e prendere il via della gara con gomme nuove.

Il canadese è comunque fiducioso per una possibile rimonta, visti i progressi della vettura e la configurazione della  pista di Spa che presenta diversi punti in cui poter superare.

Sergio Perez

Q1: 1:45.732

Q2: 1:44.707

Q3: 1:44.706, P9

“Volevo essere un po’ più avanti sulla griglia, a dire il vero, soprattutto considerando quanto ieri eravamo competitivi, ma se consideri tutto ciò che è successo, non siamo in cattive condizioni. Stamattina abbiamo dovuto tornare alla specifica più vecchia della power unit e non siamo riusciti a spingere il motore quanto avremmo voluto. Anche così, siamo in buona forma per la gara ed è chiaro che abbiamo apportato alcuni miglioramenti alla vettura questo fine settimana. Non sarà facile in gara perché molte delle auto intorno a noi sono veloci, ma è una pista abbastanza facile su cui sorpassare, quindi ci sono più opportunità rispetto ad altre piste”.

Lance Stroll

Q1   1:46.000

Q2   1:45.047, P13

“Entrare nelle qualifiche sapendo che hai una penalità sulla griglia del motore non è mai l’ideale, ma abbiamo raggiunto ciò di cui avevamo bisogno, che era quello di battere i nostri concorrenti che hanno anche penalità per il motore. La Q3 era una possibilità considerando il nostro ritmo, ma abbiamo preso la decisione di non uscire di nuovo in Q2 in modo da poter iniziare la gara con pneumatici nuovi. Non sarebbe stato troppo piacevole iniziare vicino al retro della griglia con le gomme vecchie! Sembra che ci siano altre macchine che hanno avuto problemi al motore durante le qualifiche, quindi forse guadagneremo anche un altro paio di posizioni. Sarebbe stato bello avere una normale sessione di qualifiche, girando per arrivare il più lontano possibile in griglia, ma come squadra abbiamo preso la decisione giusta per pensare alla gara domani. Mi sento anche positivo per l’auto in generale perché abbiamo fatto sicuramente progressi questo fine settimana. Siamo stati competitivi sin dalle prime prove e speriamo di poter portare avanti questo slancio nel resto della stagione”.

F1 | Anche la Renault si esprime sul tragico incidente del suo protetto Hubert