F1 | GP Belgio – McLaren lascia Spa a bocca asciutta

Dopo non essere entrata nella Top 10 in qualifica, la McLaren ha chiuso questo weekend con un doppio ritiro, in entrambi i casi dovuto ad una perdita di potenza. GP Belgio McLaren.

GP Belgio McLaren
Foto: McLaren

Non è stato sicuramente il regalo di compleanno che Sainz avrebbe desiderato: un ritiro al quarto giro ha fermato lo spagnolo che è partito dalla quindicesima casella. GP Belgio McLaren.

“Ovviamente un gran premio deludente, non potendo correre. Dobbiamo assolutamente esaminare cosa è successo oggi. Ovviamente non è una buona notizia se non puoi nemmeno iniziare una gara. Quindi niente da dire. Un peccato anche per il ritiro di Lando nell’ultimo giro che ci ha impedito di ottenere altri 10 punti in campionato, che sarebbe stato un grande passo nella giusta direzione. Mi dispiace per tutto il team. Non credo che meritiamo questi due DNF. Andiamo avanti”. ha detto lo spagnolo, che ha anche dedicato qualche parola per la scomparsa del suo collega Anthoine Hubert. “Quello che è successo ieri mette tutti isugli attenti. È stato il più duro promemoria che il motorsport è estremamente pericoloso e che tutti devono essere consapevoli degli inevitabili rischi che comporta. Tutta la nostra comunità sta attraversando un momento molto duro ed emotivo e tutti i miei pensieri vanno a tutta la famiglia di Anthoine e ai suoi amici. Porteremo sempre la sua memoria ovunque corriamo. È il miglior tributo che possiamo pagare al nostro collega autista. Riposa in pace.”

E’ stata invece un ottima gara per Lando Norris che è stato stabilmente in quinta posizione per tutta la gara fino all’ultimo giro, quando proprio sulla linea del traguardo ha dovuto parcheggiare sulla sinistra.

“Prima di tutto, i miei pensieri oggi sono con la famiglia e gli amici di Anthoine. Le mie più sentite condoglianze.” ha detto Norris sulla notizia che ha sconvolto tifosi e addetti ai lavori. “Per quanto riguarda la mia gara, non è stato noiosa. È stato comunque divertente ed eccitante. Abbiamo avuto un’ottima partenza e alla prima curva siamo riusciti a superare sei macchine in una volta e arrivare in quinta posizione. L’abbiamo controllata da lì. Penso che abbiamo alcuni aspetti positivi da guardare. Tutti nel team hanno fatto un ottimo lavoro e perdere il motore all’ultimo giro è stato difficile. Dobbiamo andare avanti e prepararci per Monza”.

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

f1ingenerale.com/f1-gp-belgio-2019-velocita-massima-gara-prima-vittoria-per-leclerc/

Emanuele Zullo

Sono un ragazzo di 14 anni e la mia passione per lo sport è immensa. Spero di coronare il mio sogno, diventare un giornalista sportivo.