F1 | GP Belgio – McLaren, Seidl: “Dovevamo limitare i danni, ma siamo competitivi anche su piste a basso carico aerodinamico”

Il Gran Premio del Belgio si è rivelato una delusione per Carlos Sainz, impossibilitato a prenderne parte per un problema alla power unit pochi minuti prima della partenza. Al contrario, una soddisfacente rimonta per Lando Norris fino alla settima piazza è valsa punti importanti per la lotta nel Campionato Costruttori. Attualmente la McLaren occupa il terzo posto in classifica, davanti la Racing Point e la Ferrari. gp belgio mclaren

gp belgio mclaren
Foto McLaren Racing

Per il secondo anno consecutivo, il Gran Premio del Belgio si è rivelato una delusione per Carlos Sainz, impossibilitato a prenderne parte per un problema alla power unit emerso pochi minuti prima della partenza. La sensazione per lo spagnolo è quello di aver perso una grande occasione, la quale però potrebbe ripetersi subito tra pochi giorni in occasione dell’imminente Gran Premio d’Italia. gp belgio mclaren

Dall’altro lato del box, una soddisfacente rimonta per Lando Norris: il giovane pilota ha ottenuto la settima piazza alla bandiera a scacchi, dopo una partenza disastrosa mantenendo un buon ritmo per tutto il corso della gara. Il settimo posto si è rivelato fondamentale per la conquista di punti importanti per la lotta nel Campionato Costruttori, con il team inglese attualmente terza forza davanti Racing Point e Ferrari.

Dunque sentimenti contrastanti all’interno del garage inglese ma con un’unica certezza: la competitività della McLaren anche su piste a basso carico aerodinamico che ben fa sperare in vista del prossimo gran premio sul circuito di Monza.

Lando Norris, P7 gp belgio mclaren

Alla fine una buona gara: da P10 a P7, quindi sono abbastanza contento. È stato un inizio difficile: non so cosa sia successo alla fine del rettilineo, c’era un po’ d’acqua o un po’ di olio in pista o qualcosa del genere e ho perso completamente il posteriore. Mi ha fatto scendere di qualche posizione in più di quanto volessi e mi ha riportato indietro, ma il resto della gara è stato davvero buono.”

Ho controllato il mio ritmo quando dovevo, sapendo che le Racing Point e le Renault erano veloci quando avevamo una durata delle gomme simile. Sapevo che avrei potuto sorpassare ed è quello che ho fatto. Ho sentito che la macchina andava forte – è andata sempre meglio verso la fine della gara e siamo riusciti a spingere un po’ in avanti con un buon ritmo. Un altro giro e avrei potuto fare qualcosa per ottenere la sesta posizione, ma sono lo stesso contento della settima posizione.”

Carlos Sainz, DNF

Sono estremamente deluso di non correre per il secondo anno consecutivo qui in Belgio. Partendo dalla settima posizione e vedendo come si è svolta la gara, abbiamo sicuramente perso un’occasione molto forte per fare punti importanti e ottenere un buon risultato. Quindi, sono molto lontano dall’essere felice.”

È il secondo motore con problemi quest’anno e la frustrazione di perdere di nuovo punti è molto dura. Sento fortemente che questa non è la stagione che meritiamo finora. Tuttavia, domani ci lasceremo alle spalle ciò e sposteremo la nostra attenzione su Monza. Andiamo avanti.”

Andreas Seidl, Team Principal

Oggi era la limitazione dei danni. Nonostante avessimo una buona macchina da corsa qui, abbiamo potuto segnare solo sei punti. La gara di Carlos (Sainz, ndr) si è conclusa prima di iniziare con un guasto alla PU durante i suoi giri di ricognizione in griglia, che ci ha costretti a ritirare la vettura prima della partenza. Lando (Norris, ndr) ha purtroppo perso due posizioni durante il primo giro, il che ha compromesso la sua gara.”

“Una nota positiva, Lando (Norris, ndr) ha fatto una grande gara per tornare al settimo posto, e quel risultato ci riporta alla terza posizione nel Campionato Costruttori, togliendo punti sia a Racing Point che alla Ferrari. La squadra al box e in fabbrica ha fatto un ottimo lavoro per rimanere concentrata dopo la grande delusione con Carlos (Sainz, ndr) e ha eseguito perfettamente la gara di Lando (Norris, ndr), compreso un ottimo pit-stop.”

Domani resettiamo e ci prepariamo per il Gran Premio d’Italia. Abbiamo visto qui che possiamo competere su piste a basso carico aerodinamico, il che dovrebbe metterci in una buona posizione per una lotta con i nostri rivali più vicini a Monza.”

 

Seguici sui nostri social (facebook, instagram, twitter)

Seguici anche su Telegram

F1 | GP Belgio 2020 – Classifica piloti e team: Adesso anche la Renault spaventa Maranello [Round 7/17]

Mariangela Picillo

Studentessa di ingegneria meccanica. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.