F1 | GP Belgio – Qualifiche Mclaren, Norris: “Sto bene, avremmo potuto lottare per la pole”

Qualifiche del GP del Belgio che lasciano l’amaro in bocca in casa Mclaren: nonostante un ritrovato Daniel Ricciardo alla sua miglior prestazione con la nuova squadra, il rammarico è tanto per la grandissima occasione sprecata da Lando Norris, uscito con le sue gambe da un brutto incidente all’Eau Rouge nelle fasi iniziali del Q3.

Foto: mclaren.com/racing

Il fine settimana della Mclaren prende per metà una brutta piega dopo le piovose qualifiche del GP del Belgio. Se da un lato del box si può esultare per l’eccellente quarto posto ottenuto da Daniel Ricciardo, dall’altro i meccanici passeranno sicuramente la notte in bianco per rimediare ai danni subiti dalla macchina di Lando Norris nell’incidente in cui è rimasto coinvolto all’inizio del Q3.

Le parole di Daniel

Daniel, parlando del compagno, dice: “Innanzitutto, sono contento di aver visto Lando uscire dalla sua macchina rapidamente dopo l’incidente, ed è bello sapere che domani potrà correre“.

L’australiano poi prosegue: “È stata una qualifica davvero complicata. Il tempo cambiava regolarmente, il che rendeva difficile giudicare le condizioni e scegliere le gomme giuste, ma penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro e ovviamente sono molto contento della quarta posizione, il mio miglior risultato in qualifica con la McLaren“.

Concludendo, Daniel guarda sopra e anche davanti a sé: “Chissà come sarà il tempo domani e quali possibilità avremo, ma speriamo di poter fare dei buoni punti e magari salire sul podio“.


Leggi anche: F1 | GP Belgio – Norris: sostituzione del cambio e penalità, scatterà dalla P14


Le parole di Lando

Lando è uscito un po’ scombussolato dall’incidente del Q3: “Prima di tutto, sto bene, ma sono stato meglio! Sono solo lievemente ammaccato. Ovviamente, è stato un impatto piuttosto forte e penso che il mio corpo sia stato sballottato un po’, ma sto bene. Sono pronto per correre domani e voglio già tornare in pista perché non è andata come volevo“.

L’inglese riflette sulle sue qualifiche: “Stava andando tutto molto bene. Sin dal primo giro in Q1, le cose sono andate alla perfezione e la macchina sembrava incollata all’asfalto. Mi sentivo a mio agio con lei. È stato difficile uscire in Q3 perché, anche nel giro di uscita, stavo dicendo quanto fosse bagnato perché c’era dell’acquaplaning. Era una situazione difficile in cui trovarsi. Quanto vuoi spingere? Quanto non vuoi spingere? Penso che una combinazione fra lo spingere un po’ troppo per via del meteo in quel momento e un po’ di acquaplaning all’Eau Rouge ovviamente non sia andata bene.”

La delusione si fa ovviamente sentire: “Sono dispiaciuto perché le cose stavano andando molto bene. Penso che avrei potuto lottare per la pole position, ma ora ho dato molto lavoro da fare alla squadra. Vedremo da dove partiremo domani e cercheremo di fare più punti possibili“.

L’inglese rivolge infine la sua gratitudine verso gli addetti ai lavori: “Infine, un grande ringraziamento a tutti i marshal e al personale medico per il loro aiuto e il duro lavoro di oggi”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter