F1 | GP Belgio – Sintesi FP1: Bottas si tiene stretta la P1 davanti a Hamilton sin dalla FP1

Comincia ufficialmente il weekend di SPA nel ricordo di Anthoine Hubert con la bandiera verde e l’inizio della prima sessione di Prove Libere. Bottas nella simulazione qualifica ottiene il miglior tempo della mattinata con solo 0.0069 di vantaggio da Lewis. Ecco la Sintesi delle FP1! GP Belgio Sintesi FP1

GP Belgio Sintesi FP1
Credits: Mercedes AMG F1

Primi 45 minuti: GP Belgio Sintesi FP1

Come di consueto, all’accensione del semaforo verde dei box i piloti escono in pista per effettuare degli installation lap. Comincia così il weekend nell’Università della F1. GP Belgio Sintesi FP1

Sainz, Albon, Raikkonen, Magnussen e Leclerc sono i primi ad uscire per effettuare i primi giri sul tracciato. Albon opta immediatamente per un cambio di ala con i rastrelli montati nella parte anteriore. Subito quindi tanto lavoro di raccolta dati da parte della seconda forza del mondiale. Leclerc fa segnare la prima prestazione di giornata e ferma il crono a 1:47.152 con gomma dura.

All’inizio della sessione la temperatura del tracciato è di 21.5°C mentre quella atmosferica è 15.8°C e l’umidità è del 65,7%.

A 15 minuti dall’inizio della sessione anche Verstappen e Bottas, nel giorno del suo 31° compleanno, si preparano ad effettuare i primi giri lungo il tracciato Belga. Solo Vettel e Hamilton non hanno dunque ancora approcciato l’abitacolo col casco in vista dei primi giri.

Mentre Norris esce con gomma gialla e Kvyat con gomma rossa, verstappen si lancia e ferma il crono in P1 a 1:45.886. Nel frattempo Grosjean si lamenta col suo muretto box di non avere potenza nel suo motore. Lando si piazza momentaneamente alle spalle dell’olandese volante.

Quasi sullo scadere della prima mezz’ora anche Lewis Hamilton e Sebastian Vettel escono per effettuare le loro prime tornate. Il primo con gomma gialla mentre il ferrarista su gomma bianca. Terzo stint di Albon, il primo di tutti, che monta gomme bianche usate; mentre nel frattempo Norris arriva lungo in staccata a curva 1.

Hamilton e Bottas si piazzano per ora alle spalle di Verstappen. Nel frattempo Bottas lamenta sottosterzo sulla sua vettura. Le due Racing Point nel frattempo sono tra le poche vetture ad effettuare i primi giri della giornata con gomma rossa. Tanto studio sulla fluidodinamica anche per la Williams neo acquistata da DORILTON CAPITAL. Russell si lancia con gomma rossa ed effettua i primi giri con la vernice fluorescente sulla parte bassa dell’ala posteriore.

Tante scintille per Ricciardo che in curva 3 aggredisce molto il sinistra destra sinistra Eau Rouge – Raidillon. tutti in azione tranne Magnussen, Grosjean e Giovinazzi a 55 minuti dal termine della sessione. Perez nel frattempo scavalca Hamilton mettendosi momentaneamente in P3. Storicamente la squadra in rosa ha sempre dimostrato grande personalità su questa pista. Tanto lavoro nel box Haas dove si lavora sulla parte ibrida del pilota svizzero, con passaporto francese.

Grande giro da parte di Hamilton che conquista la momentanea vetta con gomma gialla nuova in 1:45.298. Box per il re nero e rientro per l’analisi dei dati raccolti. Tanto studio anche sul posteriore di Russell.

Seconda parte di sessione:

Tanto lavoro nel box Ferrari dove sulla macchina di Vettel lavorano sulla parte anteriore dei freni. Nel frattempo tutti i piloti sono fermi ai box per attendere di intraprendere le prime simulazioni passo gara e qualifica. Anche i tecnici Mercedes lavorano molto sui cestelli anteriori dei freni di Lewis Hamilton.

Norris il primo a rientrare in pista con gomma rossa. Quindi iniziano ufficialmente le simulazioni di qualifica. Tanta vernice sull’ala posteriore nella sinistra per verificare che le modifiche apportate al carico aerodinamico portino ad un guadagno in termini di tempo.

Problemi con il DRS per Carlos Sainz; il suo ingegnere gli ricorda di premere più volte il bottone per essere certo dell’apertura dell’ala mobile. Intanto Albon con gomma rossa fa segnare il miglior tempo in 1:45.075. Sessione finita per i due piloti Haas. Si teme cambio addirittura della power unit dato che la sostituzione di alcuni elementi dell’ERS sembra non aver funzionato.

Perdita sulla monoposto di Giovinazzi; ecco perché l’italiano è fermo ai box.

Hamilton scoda e si piazza alle spalle di Bottas a solo 0.069 secondi. Perez P3.

Verstappen si piazza in P3 davanti alle 2 Racing Point. Il miglior tempo a 15 minuti dal termine è 1:44.493 ed è del finlandese di casa Mercedes. Iniziano pra le prime simulazioni sul passo gara. Grande bloccaggio nel frattempo di Bottas su gomma rossa. La media del tempo sul giro si alza di circa 5 secondi per tutti i piloti.

Bandiera a scacchi e si chiude così la prima sessione di Prove libere del GP del Belgio.

 

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | Charles Leclerc ha spiegato perché ha guidato per due giri con le cinture slacciate

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.