F1 | GP Belgio – Sintesi FP2: Verstappen vola nel pomeriggio con Daniel Ricciardo P2

Grande prestazione di Verstappen che conquista la seconda parte delle FP del venerdì. Gran tempo anche quello di Ricciardo che si porta in P2 prima di subire un crollo del motore. Ecco la Sintesi delle FP2! GP Belgio Sintesi FP2

GP Belgio Sintesi FP2
Credits: Red Bull F1

Primi 45 minuti: GP Belgio Sintesi FP2

Diversamente da quanto accaduto in mattinata, all’accensione del semaforo verde dei box i piloti non escono in pista per effettuare degli installation lap. Con molta calma i piloti si preparano a salire a bordo, molti parlano con i propri ingegneri mentre altri studiano le ultime telemetrie. GP Belgio Sintesi FP2

L’attuale temperatura della pista è di 23.5°C mentre quella dell’aria è di 16.9°C. L’umidità si attesta intorno al 69%.

Trascorsi 10 minuti è Giovinazzi il primo ad uscire in pista nel pomeriggio del venerdì a SPA. Primi installation lap per lui con gomma gialla. Ci si aspetta per la seconda sessione di Prove Libere tanti test sulla simulazione qualifica; specialmente con lo studio per l’imminente introduzione della mappatura singola per qualifica e gara e tanti long run per testare l’efficienza aerodinamica combinata con  l’usura delle gomme.

Fuori anche la seconda Alfa Romeo, con Kimi che si lamenta subito di avvertire molte vibrazioni sulle gomme anteriori. Nonostante ciò rifila 3,3 secondi con gomma bianca al compagno italiano. Fuori anche le Renault, Bottas e le due Alpha Tauri. Tutti in pista con gomme dure e medie.

Norris si lamenta di uno sfarfallio della sua power unit in fase di accelerazione che non sembra spingere in progressione lineare. Completa il giro a 150km/h senza spingere per precauzione. Intanto Vettel arriva al bloccaggio in curva 18. Bottas sale in P1 con gomma gialla davanti ad un buon giro di ALbon. a 1 ora dalla fine, Stroll è il più veloce nel Settore 2, Bottas nel Settore 2 e Albon nel Settore 3.

Verstappen beffa Bottas e con un super secondo settore sale in P1 sempre con gomma media. Intanto Rientro ai box per le due vetture gialle del circus. Grande incognita è quella che si cela dietro i piloti Haas che, a detta di Gunther Steiner, non prenderanno parte alla prima fase delle FP2 a seguito di un doppio cambio di motore. Hamilton sale in P2 con gomma bianca a soli 3 decimi di distacco. I due McLaren sono gli unici a girare in questa fase di prove.

A 50 minuti dal termine escono in formazione le due Mercedes seguite a distanza da Albon. Poco dopo altri piloti escono per iniziare le simulazioni qualifica con gomma rossa per la maggior parte di loro.

Seconda parte di sessione:

1:43.840 è il tempo fatto segnare dal Hamilton che riconquista la vetta. Perez chiude un super giro a soli 3 millesimi da Albon in P2 e chiudendo l’attuale podio. Vettel rischia di finire largo nel settore centrale e chiude il suo giro lanciato inP15. Ottimo giro anche per Ricciardo che sale in P2 grazie ad un ottimo terzo settore. Verstappen segna un altro super giro risalendo in P1 a 1:43.744.

Vettel nel frattempo lamenta di aver avuto nei giri lanciarti molte vibrazioni nell’asse anteriore. Solo le Ferrari rimangono in a 30 minuti dal termine della seconda sessione di prove prima di iniziare le simulazioni sul passo gara dei loro rivali. Magnussen riesce ad uscire dai box e potrà effettuare l’ultima parte di sessione per raccogliere più dati possibili anche per il compagno di squadra. Si prospetta tanto il lavoro per il team americano nell’ultima mezz’ora. Fuori anche Grosjean per i suoi giri lanciati.

Nel frattempo molti piloti iniziano ufficialmente le loro simulazioni passo gara. i tempi si alzano e ci si riporta su tempi dell’ordine 1:50.

Bandiera gialla per Ricciardo con invito dall’ingegnere a fermare immediatamente la sua vettura. Fuma la Renault dai freni anteriori mentre viene impiegata la VSC. Ocon si informa su quale possa essere la causa del problema di Daniel.

Si riprende senza regime di VSC con 20 ancora sul cronometro. Intanto brivido per Lewis Hamilton che con gomma dura usata uscendo dai box rischia di girarsi affrontando la sterzata verso destra di Curva 1. Verstappen intanto lamenta di avere problemi di tenuta e vibrazioni sulle sue gomme rosse usate.

Bandiera rossa a 10 minuti dal termine per detriti in curva 1 a seguito di un cartellone staccatosi. Leclerc parla con i sui ingegneri e viene richiamato ai box come tutti gli altri senza prevedere una nuova uscita in caso di bandiera verde.

Bandiera verde e ristabilito il DRS a 8 minuti dal termine. I tecnici di Albon gli ricordano che avendo il quarto tempo di essere cauto e non forzare troppo il motore. Norris invece avrà massima potenza per un paio di giri su gomma dura per valutarne la prestazione massima.

Bandiera a scacchi e si chiude così la seconda sessione di Prove libere del GP del Belgio.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | GP Belgio – Sintesi FP1: Bottas si tiene stretta la P1 davanti a Hamilton sin dalla FP1

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.