F1 | GP Belgio – Sintesi gara: Hamilton domina, poi Bottas e Verstappen. Ferrari fuori dai punti

Lewis Hamilton domina il GP del Belgio, arrivando a -2 vittorie da Michael Schumacher. Chiudono il podio Bottas e Verstappen. Poi le due Renault di Ricciardo ed Ocon, seguite da Albon, Norris, Gasly, Stroll e Perez che chiude la zona punti. Le due Ferrari chiudono la peggior gara in Belgio di sempre in 13° e 14°. F1 sintesi gp belgio

f1 sintesi gp belgio
Hamilton vince il GP del Belgio – Foto: F1

Partenza

Hamilton tiene la leadership. Bottas tiene la posizione su Verstappen sul rettilineo del Kemmel, poi l’olandese a sua volta tiene la posizione su Ricciardo. Leclerc sale in ottava posizione nel primo giro ma nel terzo e quarto viene passato da Gasly e Perez in velocità, scalando in decima posizione. F1 sintesi gp belgio

La partenza – Foto: F1

Anche Norris e Kvyat passano Leclerc sul rettilineo del Kemmel, la rossa del monegasco sembra avere problemi. Hamilton scappa subito via, mentre a Bottas dicono di non spingere. Lotta per la settima posizione tra Stroll e Gasly: il francese cerca il sorpasso sul canadese che si muove due volte in frenata tenendosi la posizione.

Safety Car, tutti ai box

Al giro 11 c’è un grande incidente tra Giovinazzi e Russell. L’italiano perde la monoposto che impatta contro il muro. La posteriore destra rimane in pista e viene centrata da Russell che a sua volta va a muro pesantemente. Macchine distrutte e tanti detriti in pista. Safety Car! Ne approfittano per rientrare ai box tutti tranne Gasly e Perez.

L’incidente tra Giovinazzi e Russell – Foto: F1

Alla ripartenza Hamilton scappa subito via. Dietro del trio del podio, Ricciardo e Albon passano Perez che solo al giro 17 rientra ai box per la sua sosta. A centro gruppo, le due Ferrari lottano per la dodicesima posizione, con Leclerc che si avvicina a Vettel alla fine del rettilineo del Kemmel, sfruttando il DRS, ma senza passare.

Battaglie a centro gruppo

Albon passa Gasly e sale in P6. Al 24° giro Leclerc rientra nuovamente ai box. Gomma gialla per il monegasco, altra sosta lenta (5.0s). Al giro 27 Gasly va ai box mentre Raikkonen si lamenta di avere acqua sul piede destro. Qualche giro dopo Perez passa Vettel e sale in 11° posizione.

Anche Gasly passa facilmente Vettel sul rettilineo del Kemmel mentre Perez si avvicina a Raikkonen e lo passa al giro 33. Verstappen comunica alla squadra di avere tante vibrazioni sulle sue gomme e di tenerle d’occhio. Nel fondo gruppo, Leclerc passa Magnussen in P15. Gran battaglia a centro gruppo: Perez e Gasly passano Kvyat salendo rispettivamente in P9 e P10. Poco più davanti, Norris passa Stroll salendo in P7.

Perez passa Kvyat – Foto: F1

Negli ultimi giri, Bottas si lamenta di continue vibrazioni. Al finlandese dicono di stare lontano dai cordoli dopo un bloccaggio all’ultima chicane in fotocopia di Hamilton. Il gruppo di testa rallenta per paura di finire su tre ruote mentre dietro Ricciardo e Norris spingono. All’ultimo giro, al termine del rettilineo del Kemmel, Ocon passa Albon e sale in P5.

Al traguardo

Lewis Hamilton vince la sua 89° gara in carriera! Poi Bottas e Verstappen. Le due Ferrari chiudono la peggior gara di sempre in Belgio in 13° e 14° posizione.

f1 sintesi gp belgio
Al traguardo – Foto: F1

Classifica finale

f1 sintesi gp belgio
Classifica finale del GP del Belgio 2020

Archiviata anche la gara in Belgio, la F1 torna tra una settimana a Monza, nel tempio della velocità.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Toscana: Dal 1° Settembre in vendita i biglietti per il Mugello