F1 | GP Belgio Wolff: “Abbiamo sudato alla fine con le gomme”

Mercedes che torna alla doppietta nle GP del Belgio dopo 2 gare di assenza e con un Toto Wolff molto contento del passo gara ai microfoni di SKY Sport F1 UK. “Eravamo molto veloci anche se le gomme ci hanno fatto sudare.” E parla inoltre della decisione FIA sul “party mode”.

gp belgio qualifiche wolff
Credits: Mercedes

Mercedes che ritrova ottime prestazioni in gara con entrambi i piloti e conquista un ottimo 1-2 con il solo Verstappen che ha provato a tenere testa. Un Wolff molto soddisfatto delle prestazioni in questo GP del Belgio della sua macchina e dei suoi piloti. “Il passo era molto buono. Abbiamo sudato verso il finale per l’usura delle gomme che erano arrivate verso la fine della loro vita. Lo stint su quelle gomme è stato molto lungo, per fortuna Max ha avuto lo stesso problema e abbiamo dovuto gestire tutti il passo per salvare le gomme.”

Red Bull che poteva però metterli in pensiero secondo Wolff in una fase della gara. “Penso che ci potevano passare in un momento delle gara. Eravamo solo 1.2 secondi davanti a Max ed un eventuale undercut ti fa guadagnare 2 secondi. Probabilmente ci avrebbe passato con Bottas e messo un po’ più di pressione alla fine su Lewis ma avevamo margine per finire 1° e 3°”.

Wolff sul ban del “party mode” da Monza.

Ritorna a parlare anche dell’abolizione del “party mode” in qualifica dal prossimo GP. “Ci danneggerà ma non troppo perché abbiamo sviluppato il motore per andare al meglio in qualifica e per questo devo fare i complimenti ai ragazzi in fabbrica. Detto questo penso che cercare di rallentarci così non è molto giusto, abbiamo fatto grandi progressi sopratutto rispetto allo scorso anno, ma è una cosa ricorrente in Formula 1. Cercheremo di fare comunque del nostro meglio.”

“Penso che la FIA stia faticando sempre di più nel tenere sotto controllo i dati delle Power Unit. Ogni anno diventano sempre più complicate e capisco la scelta della FIA per rendere il tutto più semplice da tracciare. Ma dall’altro lato, quando vinci e fai 7 pole su 7 gare, chiunque inizia a puntarti il dito contro. Penso sia normale in questo mondo.” Aggiunge Wolff su chi secondo lui ha spinto di più per questo cambio a stagione in corso.

Wolff dunque molto contento di questo risultato nel GP del Belgio ma che deve guardare al futuro e al nuovo regolamento sul “party mode” che potrebbe penalizzarli sopratutto in qualifica.

Seguici anche su Twitter

F1 | GP Belgio – Binotto: “La Ferrari non è in crisi, ma non ci sono giustificazioni per questo risultato”